Mercato di gennaio: non esiste una priorità ma occhio alle occasioni

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) – Quando è così, diventa tutto più facile. E allora ecco che il direttore sportivo giallorosso, Walter Sabatini, si avvicina al mercato di gennaio senza particolari ansie. L’anno scorso dopo la finestra invernale confessò: «Ho commesso un errore, serviva un difensore centrale e non l’ho preso…» . Si era fatto male Burdisso e la Roma di Luis Enrique andò in sofferenza nella seconda parte di stagione. Ecco, il punto è proprio questo: oggi, anche per opinione dello stesso Zeman, non c’è un’urgenza, una priorità vera e propria. […]

OCCASIONI – Ovviamente un club come la Roma è sempre attento a ciò che accade nelle fasi del mercato: eventuali buone occasioni saranno certamente valutate, ma ci si sta muovendo soprattutto per la prossima estate, per la stagione che dovrà portare la Roma ai vertici, possibilmente a vincere. E infatti a un gruppo come quello attuale mancano un paio di colpi da novanta, di quelli che fanno davvero la differenza, di quelli che solitamente si fanno in estate e sono difficili da mettere in conto già a gennaio visto anche lo stato del bilancio giallorosso (negativo per 70 milioni di euro).[…]
ESAMI – Il discorso non cambia se si passa al capitolo cessioni: a meno di offerte clamorose e irrinunciabili la Roma non ha intenzione di toccare la rosa di Zeman. Piuttosto da qui alla prossima estate sono almeno tre i big che si giocano un futuro nella Roma: De Rossi, Osvaldo e Stekelenburg sono giocatori che devono fare la differenza e alle loro spalle ci sono tanti estimatori, anche di livello altissimo. Le offerte saranno valutate ma l’impressione è che eventuali cessioni importanti, al pari degli acquisti, potranno andare in scena l’estate prossima. […]
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy