Mauri, il giorno più lungo

di Redazione, @forzaroma

Oggi sarà il giorno più lungo per Stefano Mauri, come riportato dal Corriere dello Sport, il capitano, attende la decisione della Corte Federale che si riunirà oggi negli uffici di via Campania. Si chiude il processo di secondo grado, il cui verdetto è stato “congelato” e sospeso il 16 agosto in attesa di nuove indagini. E’ fissata per oggi l’ultima udienza a cui i giudici hanno invitato Alessandro Zamperini, considerato dagli inquirenti il personaggio chiave di collegamento tra la cosiddetta banda degli zingari e diverse squadre di serie A, tra cui la Lazio per la sua amicizia con Stefano Mauri. Zamperini non appare intenzionato a presentarsi. Ci sarà invece Stefano Palazzi, il procuratore federale, che aveva presentato appello dopo la sentenza di primo grado. I giudici, dopo aver constatato l’indisponibilità della testimonianza di Zamperini, riterranno conclusa l’istruttoria. In serata è atteso il probabile verdetto attraverso il dispositivo comunicato dalla Federcalcio. Entro 30 giorni verranno poi pubblicate le motivazioni. Mauri punta ad una piena assoluzione, mentre Palazzi continua nella su richiesta di illecito sportivo per il capitano della Lazio. Tutto è aperto ed è inutile sbilanciarsi nei pronostici, tocca ai giudici pronunciarsi ed emettere una sentenza giusta e inattaccabile. Questo è il secondo grado di un procedimento che in ambito sportivo potrebbe terminare al Tnas (Tribunale Nazionale Arbitrale per lo Sport), dove la materia non verrà esaminata prima di dicembre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy