Marquinhos, vietato ai maggiori

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) – Il più grande, non solo per motivi di età. Ma anche il più piccolo, e stavolta sì per motivi anagrafici. Perché il brasiliano Marquinhos, classe 1994, anni 18, è giovane, il più piccolo titolare di serie A. Ma in campo è grande eccome: dimostra tutto, il centrale destro della Roma, tranne di avere la carta di identità che in realtà possiede. Una padronanza che non si vedeva da tempo dalle parti di Trigoria, una sicurezza per la squadra di Zeman. […]

 

 

ASSENZA – Marquinhos è stato convocato dal Brasile under 20 per il Sudamericano che si giocherà in Argentinala dal 9 gennaio al 3 febbraio. La Roma però, consapevole dell’importanza del ragazzo nello schieramento di Zeman, sta facendo di tutto per trovare un accordo con la Federcalcio brasiliana, la Cbf, per evitare che il difensore possa saltare sette partite di campionato. Il Brasile ha infatti in programma il via del raduno tra una settimana a Teresopolis: il club giallorosso, sulla falsariga dell’accordo già fatto tra federazione verdeoro e Barcellona per Rafinha, punta a far partire Marquinhos solo il primo gennaio (probabilmente dagli Stati Uniti, dove la Roma sarà in tournée dal prossimo 28 dicembre fino al 3 gennaio). Se così fosse, e se l’Under 20 del Brasile dovesse arrivare in finale, Marquinhos salterebbe solo cinque gare (Napoli, Catania, Inter, Bologna e Cagliari), e non sette.
STORIA – Il più grande e il più piccolo. Quando Totti metteva il suo primo piede in serie A, il 28 marzo del 1993, mancavano un anno e due mesi alla nascita di Marquinhos. Oggi giocano insieme e da qualche settimana a questa parte stanno facendo le fortune della Roma. Marquinhos ci ha messo poco ad ambientarsi: dopo un paio di apparizioni da esterno destro, scelte per fargli testare la nuova realtà e non mettergli troppa pressione sulle spalle, Zeman lo ha lanciato e non ci ha più rinunciato: a Siena il brasiliano ha giocato la sua nona partita consecutiva, da Roma-Atalanta non ha saltato neanche un minuto. «Quei centrali sono una forza – ha detto il tecnico del Siena Serse Cosmi parlando di Marquinhos e del compagno di reparto, l’altro brasiliano Castan – sanno giocare bene anche in due contro due, quando hai dei difensori come quelli per qualsiasi attacco diventa tutto più difficile». Ora: Castan, pur essendo una sorpresa, ha 26 anni e un campionato brasiliano e una coppa Libertadores vinti nelle ultime due stagioni. La vera scoperta si chiama Marquinhos, quello per cui i tifosi del Corinthians si sono mobilitati non appena è arrivata alle loro orecchie l’ipotesi che potesse essere ceduto. E oggi si capisce il perché.[…]
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy