Marquinhos, uno da Roma

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A. Ghiacci) Per Zeman l’età dei giocatori non conta. Lo ha ribadito lui stesso, poco prima che il suo ritorno sulla panchina della Roma diventasse ufficiale. Si parlava di Totti, in quel contesto.

 

Ma il discorso, in linea generale, è sempre più o meno lo stesso. Anzi, per quel che riguarda i giovani è ancora più valido: se il boemo ha a disposizione un ragazzo che reputa idoneo, lo manda in campo senza starci a pensare troppo. Parla la storia di Zeman, sempre propenso a lanciare giovani anche contro il parere dell’opinione pubblica.

 

La Roma, per esempio, punta su Romagnoli, 17 anni. «Ha qualità, fa parte del gruppo» ha detto Zeman. Stesso discorso, evidentemente, varrà per Marquinhos, 18 anni, acquisto fatto, scelto per avere un uomo – meglio, un ragazzo… – in più al centro della difesa. Il giovane brasiliano ha convinto non solo la dirigenza: anche il tecnico ha dato il suo ok. I due peraltro, Romagnoli e Marquinhos, sono in piena età Primavera (quest’anno sono schierabili solo tre fuori qota nati nel 1993).

 

Marquinhos è il terzo giocatore che la Roma pesca in questo mercato dal Corinthians: gode di referenze ottime, che arrivano da fonti diverse. E allora cerchiamo di saperne di più su questo difensore, che oggi fa parte di un gruppo di quattro centrali che si giocano due maglie: lui, Castan, Burdisso e, appunto, Romagnoli. Il dubbio è se il reparto sia affidabile, tra età, rientro da un infortunio (Burdisso) e novità per il campionato italiano (Castan). Garantisce Zeman e quindi bisogna avere fiducia. Anche se non è detto che Sabatini non provi a prendere un quinto centrale prima della chiusura del mercato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy