L’urlo di Burdisso: Siamo forti

di Redazione, @forzaroma

 Dal Milan al Milan, un viaggio lungo un anno che ha segnato la carriera di Nicolas Burdisso: come riporta l’edizione odierna de «Il Corriere dello Sport» l’ultima rete dell’argentino risaliva al 29 ottobre 2011, giorno della sfida casalinga proprio contro i rossoneri.

Solamente venti giorni dopo quel gol, un infortunio tremendo al ginocchio avrebbe potuto far terminare la sua vita calcistica ed è proprio per questo che la rete di ieri assume un contorno ancora più bello: nel dopo gara il difensore non parla di lui, del fatto che un ragazzino brasiliano di nome Marquinhos ha conquistato la retroguardia romanista proprio a spese sue, ma si concentra sul percorso della squadra con parole da vero leader. “Abbiamo giocato bene e meritato di vincere, se continuiamo su questi livelli possiamo arrivare molto in alto in classifica perchè siamo una grande squadra.”

Adesso le vacanze, poi sarà tempo di pensare a come preparare la sfida contro il Napoli: il dato certo è che sarà lui a fare coppia con Castan in mezzo alla difesa, il rosso rimediato ieri da Marquinhos ha cambiato sensibilmente i piani societari per i quali l’ex giocatore dell’Inter poteva rappresentare un buon elemento da piazzare sul mercato di gennaio. Per ora, come ha affermato anche Baldini, sono tutti incedibili ma sarà da vedere se Burdisso sarà disposto a continuare ad essere considerato una riserva oppure chieda di essere lasciato partire per non rischiare di perdere il Mondiale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy