L’ultima sfida di un Genio

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport-G.D’Ubaldo) Francesco Totti ha un altro record in testa: superare la soglia dei quarant’anni, come ha fatto Paolo Maldini nel Milan (ha smesso a 41) e come è destinato a fare Javier Zanetti, ancora saldamente alla guida dell’Inter a 39 anni. Due campioni della sua generazione, senza andare indietro nel tempo con Zoff e Vierchowod. La doppietta realizzata contro la Fiorentina lo ha portato a superare Meazza e a sole quattro lunghezze da Nordhal. Ma non gli basta. Continuando a giocare per altri tre, quattro campionati può puntare al record di Piola, inavvicinabile, per ora, a 290 gol.

Totti si sente rigenerato. Sta bene con la testa, non solo fisicamente. E’ animato da un grande spirito di rivalsa. (…) I tanti attestati di stima degli ultimi tempi lo gratificano. Una rivincita, dopo essere stato messo in discussione, solo fino a qualche mese fa. Nella scorsa stagione secondo qualcuno era da rottamare. Totti ha zittito tutti un’altra volta. (…) Oggi l’obiettivo è solo quello di arrivare a quarant’anni sui campi di calcio. Ancora da protagonista. Il suo contratto con la Roma scade nel 2014. Vuole chiudere in giallorosso e i dirigenti danno quasi per scontato continuare il rapporto con il capitano. Prima o poi se ne parlerà senza fretta quando sarà il momento. Totti ha anche un contratto da dirigente riposto nel cassetto. Entrerà in vigore quando dirà basta, un giorno nella sua testa ancora molto lontano. Da possibile rottamato è tornato a essere il fulcro della Roma. E’ anche merito di Zeman, che ha saputo restituirgli gli stimoli giusti. Del resto i due si conoscono da tanti anni. Uno sa quello che vuole dall’altro. Insieme, per la causa giallorossa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy