Longarini e la Roma, nuovi rumors

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – R.Maida) – Edoardo Longarini non ha smesso di pensare alla Roma.

Secondo quanto pubblicato ieri mattina da Il Sole 24 ore, ha già avuto contatti con i rappresentanti di Unicredit per acquistare una parte delle quote in possesso della banca (forse il 20 per cento) ed entrare subito nell’aumento di capitale deliberato dall’assemblea dei soci. Longarini, 80 anni, era entrato nella lista dei pretendenti all’acquisto della Roma prima che fosse rilevata dalla cordata Pallotta-DiBenedetto.

L’ACCORDO – Secondo i patti parasociali firmati al momento del passaggio di proprietà, Unicredit ha facoltà di cedere fino a domani (30 marzo 2012) il 35 per cento della sua quota ad imprenditori italiani che diano determinate garanzie. Naturalmente con il consenso degli azionisti di maggioranza. Longarini, secondo la banca, potrebbe essere l’uomo giusto, anche se dalla famiglia arrivano smentite sul possibile interessamento rilanciato ieri.

LUI E IL CALCIO – Marchigiano di Tolentino, ex democristiano, costruttore dagli Anni 70, Longarini è tuttora proprietario della Ternana Calcio, vicina alla promozione in serie B dopo essere stata ripescata dalla Seconda Divisione. Aveva ceduto la società nel 2010 ma l’operazione non è andata a buon fine perché le azioni erano state sequestrate dalla procura di Roma in un’inchiesta sul fallimento di una sua azienda (dopo il ciclone Tangentopoli, negli Anni 90, ha avuto condanne poi annullate e attende ancora un giudizio definitivo). In precedenza, Longarini aveva raggiunto la serie A e la finale di Coppa Italia come presidente dell’Ancona. Aveva invece ottenuto risultati disastrosi a cavallo del millennio con la Lodigiani, retrocessa due volte prima della cessione al gruppo Cisco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy