Le sue scelte, la sua evoluzione, la sua dieta

di finconsadmin

Il fenomeno Totti si spiega anche guardando al tipo di scelte che il calciatore ha preso nel corso della sua carriera: come analizza l’edizione odierna del «Corriere dello Sport», il bivio che si è mostrato al Capitano (ormai qualche anno fa) è stato superato scegliendo la Roma a vita, chiudendo gli occhi di fronte alla corte serrata dei grandissimi club europei ed al fascino di vittorie sicuramente più semplici rispetto alla compagine capitolina.

 

Il suo Palmares vanta comunque Mondiale e scudetto, due elementi che potrebbero bastare a riempire la vita di ogni professionista: il cruccio vero è il Pallone d’Oro, riconoscimento individuale che meriterebbe ma che, per una serie infinita di motivi, difficilmente metterà in bacheca.

Anche il ruolo, trasformato più volte nel corso della vita calcistica, ha regalato lustro ulteriore: da trequartista ad attaccante, passando per tutte le posizioni offensive, un’evoluzione continua che risplende grazie al numero di gol(230) messi a segno da Totti ed al lavoro impagabile nel computo della manovra di squadra.

Elemento portante della sua longevità è una dieta sempre impeccabile: alimentazione controllata, sonno ristoratore e pochissimi “sgarri” per mantenere il pesoforma perfetto e non intaccare la massa muscolare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy