La Roma spinge i tifosi

di finconsadmin

La nuova dirigenza ha avuto sempre un occhio di riguardo verso i tifosi della Roma. Tante le iniziative a favore, alle quali si sta aggiungendo quella di poter mandare i propri supporters in trasferta anche senza Tessera del tifoso. In gran segreto, come scrive oggi il Corriere dello Sport, senza lasciare trapelare il significato e l?importanza delle trattative con il Viminale, la societ? sta aprendo un fronte innovativo per quanto riguarda le partite in trasferta. L?obiettivo non ? la cancellazione della tessera del tifoso, che per il momento resiste, ma una manovra all?interno delle norme che faciliti la fruibilit? dello stadio coinvolgendo un maggior numero di persone, sull?onda della protesta di tutte le curve italiane.

In pratica, la Roma ha recuperato il comunicato (tecnicamente definito ?determinazione?) del ministero dell?Interno?del febbraio 2012, in cui si scriveva: ?I possessori di fidelity card potranno acquistare tagliandi per le trasferte anche per un proprio ospite, esibendo al rivenditore la fotocopia del suo documento? . Quest?apertura normativa, di fatto, non ? stata mai applicata. Perch? le societ? hanno conservato il diritto di non emettere il biglietto per i soggetti che non presentano la fidelity card , cio? la tessera del tifoso.
Ripartendo da questa concessione del Viminale, la Roma si ? messa a studiare con il responsabile della sicurezza Carlo Feliziani una scossa liberalizzatrice: a esempio, gli ospiti dei possessori della tessera potrebbero diventare pi? di uno, aumentando di parecchio la partecipazione alle trasferte della squadra.
Inoltre, la Roma chiede all?Osservatorio di riaprire i botteghini degli stadi (o comunque i punti vendita) anche nel giorno della partita, lasciando libert? di scelta ai tifosi fino all?ultimo momento.?

 

RECIPROCITA? –

Ci sono altre strade che a Trigoria sono in corso di valutazione. Ma servir? l?accordo con gli altri club. La Roma ? disposta a facilitare l?ingresso all?Olimpico delle tifoserie ospiti, sempre nel rispetto delle norme, purch? gli altri si adeguino: ? gi? successo che i tifosi romanisti (non tesserati) non siano stati ammessi alle trasferte proprio per decisione delle societ? ospitanti.

IL DERBY –

L?altro piano su cui sta lavorando la Roma ? il rapporto con la Lazio per la gestione dei derby. Il triste vuoto della Tribuna Tevere, riservata ai soli abbonati della squadra che per calendario gioca in casa, potrebbe presto essere cancellato. Dalla prossima stagione, i biglietti saranno probabilmente venduti anche ai tifosi della Roma (per Lazio-Roma) e a quelli della Lazio (per Roma-Lazio). E nell?eventualit? di un derby nella finale di Coppa Italia di questa stagione, proprio all?Olimpico, gi? si tornerebbe a vedere uno stadio pieno come nei derby pi? affascinanti, con la Tribuna Tevere divisa a met?. Anche su questo punto ci sono buoni segnali dal Viminale.

ABBONAMENTI –

Nel frattempo – ma questa ? una strategia di marketing e di finanza – si ? saputo che la campagna abbonamenti per la prossima stagione partir? prima della fine del campionato. Ancora prima dell?anno scorso, forse gi? entro la fine del mese di marzo. Ai tifosi della Roma, che l?anno scorso si abbonarono in tanti gi? a giugno sulla scia dell?entusiasmo per Zeman e (soprattutto) per la non obbligatoriet? della tessera del tifoso, verr? chiesta la fiducia incondizionata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy