La Roma piomba su Merkel

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) I contatti tra la Roma e il Genoa non erano riferiti al solo Palacio.

L’incontro di venerdì scorso tra il direttore sportivo giallorosso, Walter Sabatini, e il presidente rossoblù, Enrico Preziosi, aveva l’attaccante argentino come punto di partenza. E alla fine il ds romanista era convinto di aver fatto grandi passi avanti (poi è arrrivata l’Inter che ha messo sul piatto 11 milioni cash senza contropartite tecniche). Ma non si è parlato solo di Palacio. E non solo di Rosi, comunque inserito nelle varie possibilità di affari tra i due club.

L’obiettivo della Roma è Alexander Merkel, 20 anni, centrocampista tedesco che ha chiuso la stagione in prestito al Milan. Giocatore di sostanza, giovane, con l’esperienza giusta maturata tra Stoccarda, tutte le nazionali tedesche, Genoa e, infine, Milan. Sabatini è convinto che Merkel possa diventare un giocatore importante e lo vuole per il nuovo centrocampo giallorosso: il ds è pronto a investire 4 milioni più la comproprietà di un giocatore, uno tra Rosi e Bertolacci.

 

RICHIESTA – Intanto la Roma si muove anche per l’attacco. Alejandro Gomez, detto “papu”. E’ lui il giocatore che più di ogni altro Vincenzo Montella vorrebbe portare con sé alla Roma, per la sua nuova, seconda, avventura sulla panchina giallorossa. E in effetti, se la squadra sarà impostata con il tridente, un esterno d’attacco con quelle caratteristiche è ciò che manca. E il modulo di partenza conta fino a un certo punto, perché sia con il 4-3-3 che con il 4-2-3-1, i movimenti dei laterali offensivi sono più o meno gli stessi. Ecco perché Montella, ormai prossimo al ritorno a Trigoria, ha chiesto ai dirigenti romanisti di provarle tutte con il Catania. Che quella legata a Gomez sia l’operazione che serve come “risarcimento” per il club rossazzurro privato dell’allenatore con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del contratto (2013)? Forse sì. Anche perché basterebbe il campionato giocato dal 24enne argentino per far sì che il prezzo arrivi almeno a cinque milioni di euro. La richiesta del Catania parte addirittura da dieci milioni: troppi davvero. Ma con 6-7 la Roma può chiudere, accontentando in un sol colpo sia Montella che il Catania. E aggiungendo alla rosa un giocatore che è stato in grado di mettere in difficoltà più di qualche difesa di serie A, funzionale al progetto tattico perché in possesso di caratteristiche da ala pura che tra i giocatori presenti oggi a Trigoria non ha nessuno. L’altro esterno, nel caso, sarebbe Lamela, comunque giocatore diverso rispetto al connazionale Gomez. Montella vorrebbe Gomez e lo ha detto alla Roma. Il club giallorosso proverà ad accontentarlo, sperando di trovare il Catania ben disposto a trattare.
ALTRI – In attesa di conoscere il futuro ci sono Gago e Kjaer. Entrambi andrebbero riscattati, uno dal Real Madrid, l’altro dal Wolfsburg. Ieri hanno parlato i procuratori. Lombilla, agente di Gago, ha fatto sapere che «Fernando vuole restare in giallorosso e il Real lo sa, la prossima settimana parleremo con Sabatini e troveremo una soluzione» . Beck invece, agente di Kjaer, ha detto che «non interessa un altro prestito perché Simon vorrebbe un contratto definitivo con la Roma, altrimenti tra dieci giorni penseremo ad altre soluzioni» .
Infine il caso relativo a Gianluca Caprari, l’unico dei giovani che la Roma ha in giro sul quale non è stato stabilito il controriscatto per la metà. Ciò significa che il Pescara può prenderne il 50% senza che la società giallorossa possa fare nulla. «Mi piacerebbe – ha detto il procuratore di Caprari, Davide Lippi – sentire anche il parere di Sabatini sulla questione Caprari, ma credo che la Roma non abbia intenzione di perderlo, e quindi come minimo manterrà la comproprietà»

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy