Una grande Roma rende lecito sognare

la prestazione opaca dei russi non deve sminuire una Roma stratosferica

di finconsadmin

Non si può dire che il Cska sia una squadra inesperta e sprovveduta, dando per certa la vittoria dei giallorossi. Il Cska Mosca, infatti, ha vinto gli ultimi due campionati, e milita in Europa con assidua frequenza.

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, questa volta, però, l’avversaria dei russi dimostra di esser straricca di tecnica e di velocità, di schemi offensivi e colma di carica agonistica e, sì, si è mostrata superiore. Capace anche di rapire i non romanisti. Perché la Roma nella sua prima notte in Champions è stata davvero entusiasmante e travolgente. I russi, non certo in una delle loro migliori prestazioni, totalmente annientati.

La solita classe di Totti; la brillantezza esuberante di Iturbe; la completezza del centrocampo nonostante l’assenza di De Rossi; la forza ritrovata di Maicon; la sicurezza di Manolas, già amatissimo. E poi Gervinho, non smette mai di incantare. Se facesse anche gol sarebbe un giocatore perfetto, pensavamo quando lo vedevamo annaspare in Premier: ecco, adesso va anche in gol. Roma, dunque, al completo di tutti i suoi elementi preziosi, anche del suo straordinario popolo, che urla, canta e accompagnata verso il trionfo. Preoccupano un po’  solo gli infortuni riportati da Iturbe e Astori , unica nota stonata dentro il campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy