Garcia: Roma vai a meno cinque e aspetta…

di finconsadmin

Rudi Garcia ha le idee chiare, come sempre. La conferenza di presentazione alla gara di Cagliari è l’occasione per fare il punto della situazione giallorossa ad un mese e mezzo dalla fine del campionato: come riporta l’edizione odierna del «Corriere dello Sport», il tecnico non vuole mettere la parola fine al sogno scudetto, tutt’altro, e le sue parole sanno di contatto a distanza per capire in che modo la Juventus reggerà alla pressione di una Roma insaziabile e di un’Europa League tutta da vivere.

“Domani vogliamo i tre punti, alle cinque vogliamo essere a meno cinque dalla Juventus. Poi vedremo come andrà lunedì.” Guardare avanti per non perdere di vista le posizioni privilegiate in classifica, con il Napoli lontano ma una Champions troppo importante per non arrivare secondi: “Arriveremo in Champions, da primi o da secondi. Per il primo non è nelle nostre mani il destino, per il secondo sì.”

 

A Cagliari non si vince da 19 anni, Garcia punta sul gruppo e sulla voglia di fare bene dei suoi singoli: “È sempre difficile vincere in trasferta ma le lunghe serie sono fatte per essere interrotte. Ljajic? Un diamante grezzo, come lo era Hazard quando è arrivato al Lille. Nainggolan? Ci ho parlato, è sempre particolare tornare a giocare in un posto dove hai vissuto tanto tempo.”

 

Finale sul mercato e sul rinnovo: “Con Sabatini abbiamo lavorato mano nella mano , non cambierà nulla rispetto al passato anche se so che ci sono equilibri economici da controllare. Il mio futuro? Adesso pensiamo a chiudere bene la stagione, poi si potrà parlare con calma anche di questo.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy