Garcia: “La Roma gioca da grande”

La squadra vince e convince, ma gli infortunati giungono a quota sette. Le parole del mister: “Credo che la preparazione non c’entri nulla. Per fortuna abbiamo la rosa lunga”

di finconsadmin

Nel mezzo di un tour de force di sei partite in due settimane, Garcia fa i conti: tre vittorie in campionato e una in Champions, 10 gol fatti, uno subito. Uno sforzo che ha prodotto il primo posto in campionato e nel girone, ma anche un numero crescente di infortunati, che con De Rossi giungono a quota 7. Ma l’allenatore continua ad appellarsi al caso, cerca di essere positivo: “Speriamo non sia niente di grave, credo comunque che la preparazione non c’entri nulla con questi infortuni. E per fortuna che abbiamo la rosa lunga. Sarà importante che i ragazzi infortunati possano recuperare via via con una certa celerità. Ma è un problema che ci porremo da domani“.
La squadra comunque, si dà un mano da sola: le partenze a razzo contro CSKA e Cagliari hanno permesso un certo risparmio di energie, e la prestazione positiva delle seconde linee ha reso proficuo il turn over: ieri hanno ringraziato Totti e Pjanic. Garcia può così affermare di avere davvero “una squadra di almeno venti titolari” da alternare a seconda delle necessità.
Capitolo Cagliari: “approvata”, in un certo senso, la multa a Florenzi in nome delle emozioni, il mister sceglie di trasformare il nervosismo di Destro in panchina in un “segno positivo”, spia del grande carattere del ragazzo. Elogia infine anche Maicon, “un campione […] con una grinta ed una volontà che sono da esempio a tutti“. Arriva così il tempo di pensare al prossimo impegno, mercoledì al Tardini contro il Parma, cercando di mantenere la squadra concentrata sul campionato, pregando che la fortuna giri e svuoti l’infermeria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy