Garcia incorona Skorupski ma come riserva

Skorupski sta acquistando credibilità agli occhi di De Sanctis e Garcia

di finconsadmin

Dopo essere partito per gli Stati Uniti con una certezza, quella di giocare titolare tutte le partite della tournée, Lukasz Skorupski aveva due possibilità: bruciare in 17 giorni ogni speranza di entrare nel presente e nel futuro della Roma oppure raggiungere un livello di prestazioni e una continuità di rendimento che gli potessero aprire uno spiraglio.

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, da portiere di personalità, alle volte persino spericolato come nel tentato dribbling a Welbeck del Manchester United, Skorupski si è infilato in quella fessura e ha guadagnato mucchi di credibilità. Morgan De Sanctis può guarire con calma. In caso, lui è pronto.

I colleghi di reparto ne parlano benissimo. Sia De Sanctis, che giura su una Roma « in buone mani per il futuro: e già da quest’anno Lukasz giocherà di più », sia Lobont, che gli fa da chioccia nei ritiri. Sulle performance e sulle prospettive di Skorupski si è espresso anche Rudi Garcia ieri in conferenza stampa: « Lukasz è migliorato molto rispetto allo scorso anno, anche perché ha imparato la lingua. Deve crescere un po’ nell’aggressività e nella personalità, perché ha tutto per essere un bravissimo portiere. Fisico e tecnica ». Le gerarchie però rimangono chiare: « Il numero uno rimane Morgan ma dobbiamo essere sicuri che il secondo portiere sia di qualità in caso di necessità ». L’America è servita, in questo senso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy