E ora Zeman punta su velocità e tattica

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) – La Roma sta lavorando sulla velocità. Dopo aver messo la benzina nelle gambe, ora Zeman sta lucidando i suoi. E allora via con le ripetute sui cento metri, da affrontare con uno scatto di intensità: i primi sessanta veloci, gli ultimi quaranta al massimo. Fatto per dieci volte al giorno è un lavoro molto faticoso. Questo accade la mattina, perché il pomeriggio si passa alla parte tattica, con il pallone: circolazione, possesso e schemi. Con Zeman che segue il tutto in maniera attiva, richiamando e caricando i suoi. Poi, a fine seduta, si ferma con qualcuno per dare consigli, indicare i movimenti che chiede. Ieri per esempio, è stato il turno di Nico Lopez. Ma come procede il cammino della Roma verso il campionato? «Tra dieci giorni saremo al top» assicura Marquinho in serata, dai microfoni di Roma Channel. Che poi aggiunge: «Credo che già si veda la mano dell’allenatore. Dopo le difficoltà iniziali stiamo entrando in forma e stiamo migliorando, ci sono tutti i giusti segnali per dare vita a un’ottima stagione».

Piccoli affaticamenti muscolari per Bradley e Bojan che ieri non si sono allenati. Lo spagnolo era uscito dopo dieci minuti durante il test di domenica pomeriggio: si toccava l’inguine, c’era preoccupazione, nulla di grave. Dodò invece, un po’ a malincuore, non riesce ancora a lavorare con il gruppo. In questo caso fanno fede le parole pronunciate da Zeman sabato scorso: «Mi aspettavo che fosse con noi fin dall’inizio, ma ha ancora problemi legati all’operazione al ginocchio, anche se l’intervento è stato fatto molto tempo fa». Novembre 2011 precisamente, lo stesso periodo in cui si è operato anche Burdisso.[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy