E i tifosi provano a sentirsi Zeman

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – S. Di Segni) – Distanze lunghe. Mattia Destro le ha percorse a Trigoria, per colmare un leggero gap nella preparazione rispetto ai compagni: loro sono finiti sotto il torchio di Zeman quattro settimane fa, mentre lui, al culmine dell’estenuante trattativa che lo ha portato in giallorosso, è stato costretto a fermarsi per qualche giorno; il ritardo è minimo e solo oggi, il boemo deciderà se integrarlo subito in gruppo o se assegnargli un lavoro differenziato. Destro nel frattempo non è stato a guardare. Ieri è tornato ad allenarsi, dopo l’esordio di lunedì sui campi del Fulvio Bernardini: mattina e pomeriggio, due sedute da un’ora e mezza l’una, tanta corsa e un po’ di tecnica. Il ragazzo sta bene ed è preparato al peggio.

LO VOGLIONO AL CENTRO – Stamani, alle 12.30, l’oggetto più conteso del mercato italiano sarà presentato in conferenza stampa: sarà l’occasione per tastarne carattere e ambizioni. Dove, come e quando troverà posto nel tridente di Zeman è una domanda che molti si pongono. Abbiamo girato il quesito ai lettori del sito del nostro quotidiano – www.corrieredellosport.it – registrato quasi 8 mila click e scoperto che la maggior parte dei votanti auspica il suo impiego vicino al bersaglio grosso: il 29,7% delle preferenze sono andate al trio Osvaldo-Destro-Lamela. Lo vogliono al centro dell’attacco: esame da bomber, dunque, dopo le prove superate a Siena. Dodici reti nella stagione scorsa sono il biglietto da visita di fronte al quale il popolo romanista gli ha aperto il credito.

 

TRA TOTTI E BOJAN – Infinite le strade del gol, diverse le formule del tridente a disposizione di Zeman. Il 25,6% dei voti è andato al tris Totti-Destro-Bojan. Il Mattia conteso è sempre al centro, con il capitano nella versione 1.0, quella di tredici anni fa: esterno a sinistra, al servizio del nuovo arrivato. Più staccata la soluzione che prevede il numero dieci al centro, con Destro e Osvaldo ai lati: il 17,5% ha votato per l’attacco pesante, quello con le pedine dal gol facile. Un attacco micidiale, se i protagonisti dovessero trovarsi in sintonia. Nella sezione del portale dedicata ai commenti si susseguono gli slanci di entusiasmo. C’è chi scrive «Athos, Porthos e Aramis» , a prescindere dai volti giallorossi dei tre moschettieri, perché gli schemi del boemo sono già un’arma. Qualcuno, dopo la tensione accumulata per l’esito della trattativa, restituisce a Destro una bella dose di responsabilità: «Deve fare almeno due gol nel derby, entrando negli ultimi dieci minuti» .

 

L’OSVALDO CORTEGGIATO – Il 13,9% dei votanti è affascinato dalla formula latinamericana, con Bojan a sinistra, Osvaldo in mezzo e Lamela a destra: alla scoperta del tango. A proposito dell’italoargentino: ieri il suo procuratore, Dario Decoud, ha ammesso che l’attaccante piace «anche all’Inter» . L’agente – al sito Romanews.eu – ha anche specificato che un eventuale addio di Osvaldo «dipende dal club, sono loro che devono decidere» . Appunto. La Roma dal canto suo continua a ribadire che la punta non è in vendita: tanto più che lo stesso Zeman ha affermato di non temere problemi di abbondanza. Salvo colpi di scena, i nerazzurri dovranno farsene una ragione.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy