De Sanctis ecco il muro da primato

di finconsadmin

Morgan De Sanctis ha lasciato Napoli in estate, sostituito in azzurro da Reina, e si è trasferito a Roma per diventare il portiere dei record.

La Roma, che aveva già ceduto Stekelenburg e in pratica era senza un primo portiere (c’erano solo Lobont, Skorupski e Julio Sergio), ha pazientato, tremato, ma alla fine ha centrato l’obiettivo. Di De Sanctis piaceva soprattutto la grande personalità e il modo di guidare la difesa, oltre alla sua esperienza garantita. Oggi, alla vigilia di un Roma-Napoli da Mille e una Notte, Morgan si scopre il portiere di gran lunga meno battuto della serie A: un solo gol al passivo, direttore d’orchestra di una difesa impenetrabile. Come riporta il Corriere dello Sport, però, anche Reina ha numeri invidiabili: solo 4 reti subite in 7 gare. Una particolarità però: De Sanctis ha effettuato circa metà delle parate a cui è stato costretto il suo collega spagnolo.

 

Il portiere romanista si sta rivelando un acquisto preziosissimo in casa giallorossa, non tanto circa le parate decisive (ne ha fatte poche perchè non gli tirano quasi mai) quanto per come sa dirigere, incoraggiare e anche redarguire i suoi compagni di reparto. Imbattuto da 411’ minuti (ultimo e unico gol subito in questa stagione da Biabiany al 39’ di Parma-Roma), De Sanctis è una delle tante scommesse vinte dalla Roma e da Walter Sabatini in un mercato estivo che si sta rivelando al di sopra di ogni aspettativa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy