«De Rossi intoccabile»

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Ghiacci) – De Rossi non si muove. Né ora, né mai. Lo scenario di una Roma senza di lui è troppo arduo da poter essere dipinto o anche soltanto immaginato. Il Manchester City, vero, è sempre lì, alla finestra, in attesa di capire se ci siano gli spiragli di un possibile affare. Ma no, non ci sono. «Mi assumo le responsabilità di quanto detto – racconta il direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini – ma sulla sua incedibilità c’è stata un po’ di confusione. De Rossi per noi è un conduttore, è uno dei conduttori della nostra vicenda sportiva. Quindi non abbiamo in mente mai di cedere De Rossi, naturalmente» . Più chiaro di così si muore. […]

RILIEVO – Di più: il ds Sabatini, mercoledì, in occasione del primo saluto di Balzaretti, aveva fatto delle considerazioni che parlavano di «possibilità di valutare un’eventuale offerta irrinunciabile» . Ieri, ancora il dirigente romanista ha aggiunto: «Ho fatto un rilievo che riguarda tutto il calcio, non solo De Rossi rispetto alle sue situazioni personali o le nostre situazioni rispetto al calcio. Se si concretizzasse un’offerta mostruosa naturalmente la ascolteremmo e naturalmente la valuteremmo, ma non siamo in cerca di clienti per De Rossi perché lui per noi è di straordinaria importanza» . Una Roma senza De Rossi? Difficile, appunto, anche solo da immaginare: «Lui è anche un giocatore non sostituibile, quindi sarebbe anche difficile affrontare una proposta indecente. Questo è il discorso che riguarda De Rossi» . L’offerta, peraltro, ad oggi sui tavoli delle stanze dirigenziali di Trigoria non è mai arrivata[…]
AVANTI – De Rossi è un giocatore di primissimo livello. E’ importante per la Roma e lo sarebbe per qualsiasi altra squadra. Il gruppo di Zeman senza De Rossi avrebbe un valore molto minore rispetto a quello che ha oggi. Club e giocatore hanno deciso di andare avanti insieme qualche mese fa, quando firmarono il rinnovo di contratto per cinque anni: scadenza nel 2017 per un ingaggio di 6 milioni di euro (bonus compresi) a stagione. Pochi giorni fa inoltre, la Roma ha rinnovato il contratto del padre di Daniele, Alberto, tecnico della Primavera: c’è chi lo considera un segnale. Al di là delle valutazioni di fantasia, se il Manchester City dovesse davvero far recapitare l’offerta da 35 milioni di cui parla la stampa inglese cosa succederebbe a Trigoria? Nulla, perché l’offerta dovrebbe essere «mostruosa» […]
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy