C’è una pista pure italiana: è Cuadrado

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport) Non c’è solo il Portogallo, naturalmente, nella testa di Walter Sabatini. La Roma si sta muovendo anche su altri mercati, a cominciare da quello italiano:

negli ultimi giorni, ad esempio, è tornata decisa su Juan Cuadrado, esterno colombiano classe ’88 che rientra all’Udinese dopo un anno pieno di squilli passato in prestito a Lecce. A lui, oltre che al collega Isla, sta pensando Sabatini dopo aver constatato che è molto difficile convincere l’olandese Van der Wiel a firmare per la Roma. L’Udinese è disposta ad ascoltare le offerte – anche il Napoli è interessato – e ha proposto due soluzioni: pagamento cash intorno ai 10 milioni oppure la comproprietà di qualche giovane (ad esempio Viviani, che all’Udinese piace moltissimo) più un conguaglio in denaro. (…) Anche perché il procuratore di Cuadrado, Alessandro Lucci, ha ottimi rapporti di lavoro con le due società.

 

A PALERMO – L’altro giocatore del campionato italiano che può spostarsi a Roma è Matias Silvestre, argentino del Palermo. Sabatini ne ha già parlato a Perinetti, appena assunto da Zamparini. Il costo è leggermente inferiore a quello di Cuadrado: 7-8 milioni. (…)
OLTRE LE ALPI – In Francia invece Sabatini tiene bloccate molte piste, in attesa di concretizzare. La principale porta a Moussa Sissoko, centrocampista del Tolosa che ha il contratto in scadenza nel giugno del prossimo anno. Anche qui, la Roma può chiudere a 8 milioni. Le stesse cifre che servono per acquistare i due esterni del Lione: Cissokho e Bastos.
IN SUDAMERICA – Ma attenzione a Brasile e Argentina, dove pure Sabatini lavora spesso. Nelle prossime settimane – ma qualcuno assicura già nelle prossime ore… – potrebbe esserci il viaggio transoceanico rinviato nelle ore calde del campionato, quando ancora non era stato definito il futuro di Luis Enrique. Molti i nomi sull’agenda: il terzino Nei dell’Internacional, il trequartista Lanzini del Fluminense, oltre ai “soliti” Paulinho e Dedè.
META’ – Tra le operazioni fatte, va registrato il riscatto della comproprietà di Tallo: al Chievo vanno 1,4 milioni. La Roma però vorrebbe comprare subito anche l’altra metà perché crede tanto nel giocatore. E a proposito di compartecipazioni, ieri Borini a Sky ha spiegato: «Ho comprato casa a Roma perché la mia intenzione è restare qui» Rob.Mai.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy