C’è anche Baldini nella Roma volata a Verona tra i sorrisi

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – R.Maida) – «Francesco, dobbiamo scendere la scala mobile». Totti tira dritto, seguito da quattro poliziotti che lo proteggono dall’assalto dei fans, e scherza: «Andate, io vengo domani».

La comitiva della Roma ha l’aria allegra durante il viaggio che l’ha portata nel tardo pomeriggio a Verona. Non sembra una truppa in disarmo. E neppure una squadra sfiduciata. Sorride Baldini, sorride il capodelegazione Tacopina con tanto di borsa giallorossa, sorride Luis Enrique. A Fiumicino nessuno lo ha contestato. Anzi, diversi tifosi hanno chiesto di poter posare con lui per una foto e sono stati accontentati. E mentre De Rossi studiava un paio di libri, a due passi dal gate B21 dell’aeroporto, Marquinho si dedicava allo shopping dell’ultimo momento accompagnato dalle risate degli altri brasiliani: patatine e qualche rivista, nemmeno fosse un volo intercontinentale. (…)

All’arrivo, dopo tre quarti d’ora dal decollo, la squadra è stata accolta da un cielo plumbeo e da una pioggerella autunnale. Non c’erano tifosi e non c’erano Sabatini e Fenucci, che si aggregheranno stamattina agli altri dirigenti. Il rientro è previsto stasera, subito dopo la partita, con un charter: poi sarà già tempo di pensare al Catania di Montella, che si presenterà sabato all’Olimpico. Per la penultima partita di questo brutto campionato, la Roma ritroverà due giocatori importanti: Osvaldo e Lamela. Tutti e due hanno scontato la squalifica, tutti e due hanno qualcosa da farsi perdonare. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy