Nuovo Cassano all’esame della “sua” Roma

L’attaccante barese Mercoledì sfiderà quella Roma che fu sua per quattro anni.

di finconsadmin
Capocannoniere della Serie A con tre gol in due partite. Quello che in molti ogni anno danno per finito, per stremato, demotivato cerca sempre di emergere attraverso la classe che non gli è mai mancata. Cassano come al solito tra genio e follia. Terminata l’avventura con la Nazionale, questa volta definitivamente, il talento barese cercherà anche quest’anno di riscattarsi e di portare il suo Parma ai livelli dello scorso campionato. Il Parma sembra proprio la giusta dimensione di Antonio dopo Bari, Roma, Madrid, Genova e le parentesi milanesi. Perché a parte quella scaramuccia con Donadoni, non ci sono mai stati problemi tra lui e la società emiliana, anzi, Cassano ha più volte cercato di essere per la squadra e per i giovani i loro punto di riferimento.
Mercoledì contro la Roma, Cassano cercherà di dare il massimo.L’anno scorso, al Tardini, offrì l’assist per l’illusorio 1-0 di Biabiany: finì 3-1 per i giallorossi. L’ultimo gol alla Roma l’ha segnato il 2 settembre del 2012. Aveva addosso la maglia dell’Inter, il suo allenatore era Stramaccioni, il gol lo fece a Stekelenburg, era la Roma di Zeman: passato remoto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy