Baldini torna a Londra: va al Tottenham

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – P.Torri) – Franco Baldini al Tottenham. Claudio Fenucci al Milan. Walter Sabatini in scadenza di contratto e alle prese, pensate un po’, con più interrogativi sul suo futuro che sigarette. Cioè: direttore generale della Roma, (ex) amministratore delegato, direttore sportivo. Cioè, ancora: la triade romanista chiamata a Trigoria per il rilancio, con le valigie in mano o quasi. Il tutto alla vigilia dell’arrivo del presidente James Pallotta che domani, insieme ai suoi Boston Celtics, sbarcherà in Italia, accompagnato da Mark Pannes, suo braccio operativo anche nella questione soccer . E, sempre il tutto, appena dodici mesi dopo, o poco più, dalla nascita della nuova Roma. […]

 

BALDINI – Doveva essere il number one , il presidente sul campo, il dirigente dell’ultima parola. Doveva. A distanza di un anno dal suo ritorno a Trigoria, tutto questo lo è stato solo in parte. E per quello che è stato, ha visto le sue scelte, i suoi uomini, salutare: le dimissioni di Luis Enrique, il benservito a Franco Tancredi e al responsabile della comunicazione Daniele Lo Monaco. Tutti segnali di un progressivo depotenziamento cresciuto in parallelo con le sempre maggiori responsabilità e deleghe di Pannes. Con il quale, peraltro, ci risultano punti di vista assai differenti e che in qualche occasione si sono tramutati in discussioni più o meno concitate. Di fatto, però, il Baldini che la Roma giallorossa aveva apprezzato e in gran parte amato da ds nella sua prima esperienza a Trigoria, in questi dodici mesi non si è quasi mai visto. «Ho preferito fare un passo indietro» così l’ex manager della nazionale inglese ha spiegato questo suo esagerato dietro le quinte.[…]
FENUCCI – Da settimane circolano le voci di un suo addio alla Roma, destinazione Milan. C’è addirittura chi assicura che tra le parti ci sarebbe già un accordo di massima. Lui, Fenucci, confidenzialmente ha sempre smentito, ma il possibile nuovo corso rossonero (vedere pagina a fianco), ha ravvivato l’ipotesi di un divorzio tra la Roma e l’ad. Anzi ex ad, perché come si può vedere nell’organigramma societario nel sito ufficiale giallorosso, la qualifica è scomparsa, essendo rimasta all’ex dirigente del Lecce soltanto la delega per il nuovo stadio. […]

 

SABATINI – Non ci sono voci intorno al ds romanista, ma il solo fatto che il suo contratto scadrà il trenta giugno, lascia aperta la porta a qualsiasi ipotesi. Sabatini, di fatto, ha il suo destino in mano e di fronte a un’altra stagione di transizione e all’eventuale addio degli altri due dirigenti, non sarebbe una sorpresa se andasse a cercare il suo calcio e i suoi calciatori da qualche altra parte.

 

SUPERMANAGER – Tutti questi temi dovranno essere affrontati dal presidente Pallotta che domani sera sbarcherà nella capitale. Da quel momento alla partita di domenica prossima contro l’Atalanta, l’uomo di Boston dovrà capire, parlare, ascoltare, decidere. E partecipare a un Cda che andrà in scena venerdì prossimo in cui dovrà essere attivato l’aumento di capitale. Nello stesso tempo, nei prossimi mesi, dovrà cercare il supermanager da sistemare quotidianamente a Trigoria e che dovrà prendere il posto di Pannes che, essendo impegnato in non meno di cinque-sei lavori, può garantire una presenza romana solo saltuaria.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy