Atalanta, difesa da inventare, Peluso centrale con Matheu

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – G.Gnecchi) – Al tirar delle somme ieri Colantuono ha dovuto lasciare a Bergamo Manfredini e Carmona che non hanno recuperato appieno, ma ha potuto prendere una decisione che attendeva da tempo: dopo circa sei mesi di assenza torna infatti in squadra Marilungo; andrà in panchina, ma ormai è fuori dal tunnel e pronto a riprendere la strada che abbandonò ad inizio anno, quando lo vedeva in grande spolvero. Quindi domani il tecnico all’Olimpico farà di necessità virtù, sperando che i quattro dietro riescano ad ottimizzare l’improvvisazione di uno schieramento mai provato e collaudato. (…)

 

In settimana Peluso, che è romano doc, è stato chiaro«Viviamo una vigilia strana perchè sia noi che loro siamo reduci da una cocente sconfitta e vogliamo rifarci al più presto. Stiamo attraversando per varie ragioni un momento poco felice, per cui il match di domani diventa imprevedibile» . Peluso poi ha pure ricordato i suoi precedenti capitolini:«Per nove anni ho giocato nelle giovanili laziali e ricordo un derby tra gli esordienti vinto credo per 8-0, con De Rossi in maglia giallorossa se non ricordo male. Come rammento il periodo della Lazio allenata da Zeman durante il quale facevo il raccattapalle. Tempi passati, ora sono felicemente atalantino. Io centrale? Se me lo chiede il mister sono pronto come sempre».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy