Astori prepara il sì a Garcia

Astori prepara il sì a Garcia

di finconsadmin

All’orizzonte della carriere di Davide Astori potrebbe esserci la Roma. Cellino chiede quindici milioni ma le contropartite potrebbero portare il costo a sette-otto. Il giocatore del Cagliari ieri ha fatto un po’ di catenaccio « Negli ultimi cinque anni ne ho sentite tante di voci che mi accostavano ora a questa ora a un’altra squadra. Club di primo piano tra i quali anche la Roma. Ora però ho solo un obiettivo in testa: la salvezza del Cagliari. Ho un contratto fino al 2015 con i rossoblù. Riparliamone a giugno, va bene?»  «Se gradirei la Roma come destinazione? Ecco, questo è un quesito che potete rivolgermi tra quattro mesi». 

Insomma, se proprio non c’è stata l’ammissione di trattativa in corso e ben avviata con la Roma, quanto meno Astori ha lasciato intendere che questa è la volta buona che lascerà il Cagliari dopo sette stagioni che non sono certo poche per un giocatore che (in questo senso ha ragione lui) ogni anno è stato accostato a grandi club, tra questi spesso anche il Milan, dove tra l’altro ha mosso i primi passi, salvo poi restare un caposaldo della difesa del Cagliari.

Come evidenzia oggi il Corriere dello Sport  Sabatini punta Astori da anni, ma per un motivo o per l’altro non è mai riuscito a prenderlo. Il mutamento dei rapporti tra i due club, o meglio, tra Cellino e la Roma è stato fondamentale per l’arrivo di Nainggolan. Da quando è andato via Franco Baldini il presidente del Cagliari ha lasciato cadere l’ostracismo che ostentava spesso nei confronti della Roma, col risultato di non fare mai un affare con il club giallorosso. Ora il Cagliari fa affari con la Roma come con ogni altra squadra. Così Astori seguirà la strada del belga e arriverà a Roma per formare una batteria di centrali all’altezza della situazione.

Da smussare qualche angolo di troppo circa la quotazione di Astori. Ballano tre o quattro milioni, ma è molto probabile che in gioco vengano messi un paio di giovani promesse giallorosse. Al Cagliari piacciono Jedvaj e Nico Lopez, che la Roma dovrebbe riprendere dall’Udinese. In quel caso il cash sarebbe ovviamente molto inferiore ai 15 milioni chiesti da Cellino e ai 10 che la Roma ritiene il giusto per Astori. Si potrebbe chiudere con 7/8 milioni e il prestito di Jedvai e un altro giovane.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy