Andreazzoli: ?Siamo gi? un po’ tedeschi?

di finconsadmin

Sul volto di Andreazzoli si legge molta rabbia e la consapevolezza che il campionato ? ancora molto lungo??Sento parlare di fallimento. E invece non siamo ancora esclusi da obiettivi di peso. Siamo fuori da tutto, forse? No. Ci sono o non ci sono un campionato da concludere tra le prime cinque, una Coppa Italia da vincere? S? che ci sono?. E oggi per la sua Roma non c?? il Siena, con due flash come Emeghara e Rosina? ?L? ce ne sono almeno quattro di giocatori molto veloci. Non potendo abbatterli, e mancando Marquinhos, bisogna circoscriverli con qualche accorgimento tattico?.

Potrebbe dire molte cose. Sui giocatori che non ascoltano le sue sirene d?allarme, sull?ambiente che non lo aiuta. Infatti le dice. Ma senza un?ombra d?integralismo. ?Speriamo di non dover sbattere ulteriormente i denti per imparare la lezione. Abbiamo sbagliato partite in apparenza facili troppe volte per non pensare che ci sia un problema di fondo. Meglio: molti problemi di fondo, che vanno dal carattere dei giocatori al gruppo di lavoro alla societ?, perfino ai cronisti. Mi amareggia aver fatto un passo indietro contro il Pescara. Mi amareggia dovermi rimangiare quanto detto tenpo fa: cio? che con questa squadra avevo raggiunto gli obiettivi?.

Il suo legittimo sospetto ? che la Roma non sia mai cresciuta. Nei suoi ragazzi e nei suoi adulti. ?Invito i tifosi a sostenere Osvaldo. Gli facciano sentire calore e passione. Non c?? modo migliore per metterlo nelle condizioni ideali. Io so chi gioca al posto di Stekelenburg, ma non lo dico. Perch? i calciatori meritano rispetto e io voglio che arrivino tutti alla partita preparati come se dovessero andare in campo?.

Cos? ? Andreazzoli. Non gli secca essere criticato, gli secca non essere capito. Sembra un gioco di prestigio quando fa comparire un foglietto spiegazzato e scarabocchiato. ?Eccola qui la formazione. Io la so gi?, al 90% i giocatori la sanno gi?. Per? non sarebbe giusto trasmetterla all?esterno con un giorno d?anticipo?.

Bisogna indovinarla o ricostruirla. Il gioco consiste anche in questo. Tutto nel calcio, a questi livelli, ? un gioco per anime salde. Andreazzoli ci sta. ?Non credo che domani avremo allo stadio 40.000 tifosi venuti solo per contestarci. Sono certo che il pubblico ci sosterr?. Se dovessimo deludere ancora, la gente avr? una reazione e noi dovremo comportarci di conseguenza?.
Il Siena arriva all?Olimpico come passeggiando sul trampolino dei pirati. Davanti la Roma, dietro Palermo e Genoa che spingono. Pu? essere la partita della liberazione oppure del naufragio in Serie B. ?Ci metteranno tutto lo spirito che possiedono. E questo per noi costuisce una difficolt?. Ma anche il Siena si trover? di fronte la stessa difficolt?: cio? una squadra attrezzata, che sa ci? che vuole e intende prenderselo. Nessuno pensi che la Roma non sia motivata?. E questo ? quanto, per il Siena e per oggi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy