Ag. camerunense: “Roma e Napoli volete Eto’o?”

di finconsadmin

Un top player se non proprio low cost, tesserabile senza pagare un euro per il cartellino. Come riporta il quotidiano corrieredellosport, Samuel Eto’o di nuovo in Italia è una suggestione forte, uno di quei nomi che può trasformare una formazione di fascia alta in una squadra da scudetto perché il camerunese con i suoi gol. Si tratta di una spesa importante in termini d’ingaggio e di un investimento non certo a lungo termine perché l’ex Barcellona e Inter di anni ne ha 32 e a certi livelli difficilmente può rendere per più di 3 stagioni. Per chi vuole vincere subito, però, Eto’o è il massimo. Pensate all’africano nella Roma di Totti, Lamela Gervinho. Rudi Garcia avrebbe un altro fuoriclasse per il suo reparto avanzato: centravanti o, all’occorrenza, esterno come ai tempi nerazzurri. Anche i tifosi dell’Inter vorrebbero tornare a sentire il ruggito del “loro” Re Leone a San Siro, ma la spending review alla quale la famiglia Moratti ha sottoposto i conti e gli ingaggi nerazzurri in questo momento non si concilia con le richieste economiche di Samuel che, per varare un bis interista, dovrebbe più che dimezzarsi l’ingaggio. Attualmente guadagna 10 milioni netti e non vorrebbe fare sconti. Potrebbe al massimo scendere intorno a quota 7-8, non sotto. In Italia solo Tevez, che ha strappato dalla Juve un accordo da 5,5 milioni più bonus (per un totale di 7), guadagna tanto. Eto’o è più anziano dall’Apache, ma non si sente inferiore e fisicamente sta benissimo. Ieri si è aggregato alla sua nazionale a Lisses, in Francia, ma rimane in costante contatto con il suo agente, Claudio Vigorelli, che sta studiando la situazione. L’Italia, e Milano in particolare, sono rimaste nel cuore di Samuel ma le ragioni economiche lo portano a restare in Russia, a emigrare in Inghilterra o a tornare in Francia al Monaco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy