Vucinic-Juve, ora si fa sul serio

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – F.Cassini) L’ultima volta che ha messo piede a Torino, Mirko Vucinic ha eliminato la Juventus dalla Coppa Italia in collaborazione con Taddei.

Sei mesi dopo quella notte, potrebbe tornare sul luogo del delitto, ma con addosso la maglia bianconera. L’accordo fra le due società non è lontano: la Roma chiede diciotto milioni, la Juve ne offre quindici, ma i tre mancanti potrebbero venire dall’ormai consueto espediente dei bonus legati ai risultati sportivi raggiunti.

Ieri a Torino davano l’affare in dirittura d’arrivo, nonostante appaia difficile che si possa chiudere a breve ore. Nel weekend il direttore sportivo Sabatini dovrebbe incontrare Marotta e il procuratore di Vucinic, Alessandro Lucci. «Per vendere Vucinic mi bastano tre minuti – ha detto Sabatini -. Quanti me ne sono serviti per trovare l’accordo con Leonardo sulla cessione di Menez al Paris Saint-Germain ».

Anche perché quei diciotto milioni la Roma vorrebbe reinvestirli subito per portare un altro attaccante alla corte di Luis Enrique. Il giocatore in questione è già stato individuato dal tecnico: si tratta di Nilmar, ventisettenne brasiliano che nel Villarreal fa coppia con Giuseppe Rossi (ironia della sorte, proprio l’obiettivo mancato della Juventus). Attaccante esterno o seconda punta, non un gigante ma tatticamente molto duttile anche se non esattamente un bomber (l’anno scorso ha segnato dieci gol in trentuno partite), cresciuto nell’Internacional di Porto Alegre, il brasiliano piace moltissimo a Luis Enrique, ma per portarlo alla Roma ci sono almeno due ostacoli da superare: in primo luogo il passaporto, visto che il giocatore è extracomunitario e per poterlo tesserare i giallorossi devono prima vendere Barusso. Poi l’ingaggio, con la Roma che non potrebbe confermargli i due milioni netti che percepisce attualmente al Villarreal. In ogni caso, prima di pensare a un sostituto, la Roma deve riuscire a vendere Vucinic, non senza qualche rammarico, visto che a Sabatini il montenegrino piace molto e che la nuova dirigenza aveva sembre detto di voler puntare su di lui.

Le offerte non mancano: oltre alla Juventus restano vive le piste che portano in Inghilterra, al Manchester United (che però deve prima cedere Berbatov) e al Tottenham, il cui interesse è reale e che sembra disposto a mettere sul piatto una contropartita tecnica costituita da uno fra Bentley, Keane e Kranjcar, che però non risponde alle richieste della Roma. Un’ulteriore ipotesi è rappresentata dall’Atletico Madrid, in cerca di un attaccante in grado di prendere il posto lasciato libero da Sergio Aguero, il cui passaggio al Manchester City per 45 milioni è stato ufficializzato ieri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy