Via libera, ecco Stekelenburg

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport-R.Maida) Una giornata di timori, tensio­ni e azzardi ha quasi portato alla rottu­ra tra la Roma e l’Ajax. Ma alla fine è stato trovato l’accordo definitivo: Maar­ten Stekelenburg sarà il portiere titola­re della Roma.

L’a.d. Claudio Fenucci ha accontentato anche le ultime richie­ste degli olandesi che si erano indispet­titi parlando delle modalità di pagamen­to dopo i problemi della fidejussione per Chivu di otto anni fa: volevano gran par­te dei sei milioni pattuiti (più bonus) in un’unica soluzione. Subito. La Roma, per non perdere il giocatore, ha accetta­to in cambio di un piccolo sconto.

INFASTIDITO –La notizia ha rasserenato Stekelenburg, che era rimasto infasti­dito dagli ultimi imprevisti: invece di essere a Roma, dove i medici del Poli­clinico Gemelli lo aspettavano per gli esami clinici, ieri era ad Amsterdam a preparare la Supercoppa olandese, che l’Ajax giocherà oggi contro il Twente.

«Non capisco perché non si finalizzi l’affare– aveva detto in mattinata –man­cachiarezza da parte delle due società. Per il momento sono a disposizione del­l’Ajax e se necessario andrò in campo». Non giocherà. E’ sbarcato ieri sera a Ro­ma, accompagnato dalla moglie Kim e dal procuratore Rob Jansen, ed è stato accolto da alcuni tifosi entusiasti. Oggi farà le visite mediche, firmerà il con­tratto e conoscerà la sua nuova realtà. E’ atteso a ore l’annuncio: il legame sa­rà quadriennale per 1,5 milioni netti a stagione.

RIGIDITA’ –Risolta via fax la questione Stekelenburg, settimo rinforzo per Luis Enrique, la Roma ha dovuto constatare le difficoltà di accesso a Nilmar. Ieri Sa­batini era a Torino per perfezionare la cessione di Vucinic alla Juve ma ha avu­to un altro contatto telefonico con un in­termediario. Sembra che per il momen­to non basti un’offerta da 14 milioni più bonus. Il presidente del Villarreal Fer­nando Roig, a questo proposito, ha chia­rito:«Il nostro mercato è chiuso, a me­no che non arrivi una società che paghila clausola rescissoria per uno dei gio­catori del Villarreal». Si riferiva a Giu­seppe Rossi ma anche a Nilmar, che se­condo la clausola vale 60 milioni. A que­ste cifre ovviamente la Roma non arri­verà mai. E allora Sabatini, senza ab­bandonare il progetto, vigila sulle alter­native: dallo svizzero Shaqiri del Basilea, su cui c’è la concorrenza del Bayern Monaco, al brasiliano Douglas Costa dello Shakhtar e all’argentino Pa­laciodel Genoa.

BORRIELLO TENTATO –Intanto il Psg degli emiri è tornato su Borriello. E Il mana­ger Cavalleri, in diretta a Sky Sport 24, apre le porte:«In questo momento non c’è niente di concreto. Varie squadre pensano a Marco, anche il Psg dove Leonardo lo stima. Borriello sta bene a Roma anche se è attratto da un’espe­rienza all’estero, soprattutto in una cit­tà come Parigi e in un club così ambizio­so. Ma illudersi adesso non serve».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy