Uno è in arrivo, un altro si avvicina, il terzo è più lontano

di Redazione, @forzaroma

(Il Tempo) L’attualità del mercato romanista gira attorno a Bojan, Stekelenburg e Alvarez. All’inizio della prossima settimana la società giallorossa chiuderà il primo acquisto ufficiale della nuova era.

Il giovane attaccante spagnolo è rientrato nella notte a Madrid dopo la finale dell’Europeo Under 21 in Danimarca, oggi sarà a Barcellona e nei prossimi giorni firmerà il contratto quadriennale con il club giallorosso. Per la gioia di Luis Enrique, che oltre a Bojan vorrebbe almeno un altro «regalo» prima di partire per il ritiro di Riscone il 15 luglio.

Il portiere è la priorità e Stekelenburg resta il nome più gradito dall’allenatore e la società. Sabatini è in continuo contatto con l’Olanda per abbassare le pretese dell’Ajax. Dopo la prima richiesta di 15 milioni, ora si tratta su cifre vicine ai 10 milioni: il numero uno degli Orange andrà in scadenza di contratto tra un anno e ha già espresso il suo gradimento per la Roma. Poco concreto l’interesse per Romero dell’Az Alkmaar e Kameni dell’Espanyol, l’alternativa più credibile a Stekelenburg è ancora Viviano nonostante il pasticcio del Bologna: il portiere della nazionale sarebbe arrivato a Trigoria in cambio di 6 milioni e Curci, riscattato per 500 euro dalla Samp e ora candidato a restare nella Capitale come secondo.

L’errore madornale dei dirigenti emiliani nel compilare le buste ha compromesso l’accordo, ma Viviano continua a sognare in giallorosso e non è escluso che l’Inter lo offra alla Roma nei prossimi giorni. La risposta sarà positiva soltanto se le condizioni saranno le stesse pattuite con il Bologna, anche se i nerazzurri non sembrano disposti a scendere sotto gli 8 milioni nella valutazione del cartellino: hanno pagato 4,1 milioni il riscatto dopo averne spesi 3,5 nel 2009 per la prima metà. E Doni? Il Liverpool si è rifatto sotto ma l’accordo è lontanissimo, sul Galatasaray tante chiacchiere e pochi fatti. Alvarez, intanto, resta al centro di un intrigo. Il Velez si è accordato con l’Arsenal per 15 milioni di euro, Sabatini punta sull’intesa con il giocatore e la società che controlla una parte del cartellino, ma non intende partecipare ad aste per il centrocampista e non vuole spendere più di 8 milioni.

Smentita la notizia lanciata dai tabolid inglesi di un’offerta presentata dal Blackburn per Vucinic di 11 milioni di euro. «Vucinic – spiega l’agente Lucci – pensa a club più blasonati. Rimanere alla Roma è ancora un’ipotesi, ne riparleremo dopo le vacanze. La Juventus? Mi ha solo chiesto delle informazioni». E saputo il prezzo, 20 milioni di euro, si è fatta da parte. Sabatini deve piazzare Borriello e Menez al Psg e continua a lavorare sottotraccia per Pastore e Lamela. Giorno dopo giorno il ds concorda le mosse con Baldini e De La Pena che segue il mercato per conto di Luis Enrique. Domani Tancredi sarà a Roma per accordarsi sul rientro a Trigoria da preparatore dei portieri. Un altro acquisto, aspettando i «botti» veri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy