Totti «pigro» ? Baldini, così sbagli

di Redazione, @forzaroma

(La Gazzetta dello Sport – B.Tucci) – Che cosa ha in animo Franco Baldini? Perché pronuncia frasi così sibilline nei confronti di Francesco Totti? E per quale recondito motivo le ha spifferate in un momento estremamente delicato per la Roma?

I tifosi si pongono questi interrogativi e non sanno rispondere. Fuor di dubbio, ritengo che Baldini abbia sbagliato. Innanzitutto da un punto di vista diplomatico: il capitano è un giocatore che ha dato alla Roma tutti gli anni della sua carriera ed ha dimostrato in ogni circostanza di amare la maglia che indossa. Quindi, sarebbe stato meglio tacere, se non altro per il ruolo che Baldini ricopre nella società. Il primo compito di un direttore generale, infatti, è quello di difendere a spada tratta tutti i suoi ragazzi: dal primo all’ultimo senza distinzione di sorta. Ed allora, perché il nostro si è comportato in maniera diametralmente opposta? In secondo luogo, è l’opportunità che non convince. A chi giova? Dire che Totti sia pigro equivale a dire che è svogliato e quindi che non rientra più nei piani della società. La qual cosa stride in maniera evidente con quel che ha detto ufficialmente (più volte) il nuovo mister della Roma. E cioè che Totti è un elemento indispensabile del gruppo, fondamentale anche per la squadra che ha in testa Lucho. Ed allora, credo sia doveroso mettersi d’accordo prima di rilasciare dichiarazioni a ruota libera. Altrimenti, si dà l’impressione al tifoso (e non solo a lui) che la mano destra non sappia quel che fa la sinistra e viceversa. Insomma, per concludere: a mio avviso Franco Baldini è andato al di là delle righe, oltre il seminato e sarebbe auspicabile che il presidente americano detti regole precise al proposito. A meno che non si vogliano ingenerare in futuro equivoci o, meglio, brutte figure di questo genere. Mister Di Benedetto saprà come agire, ne sono certo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy