Top Vucinic, Juve in pressing: se cede Marchisio si può chiudere

di Redazione, @forzaroma

(La Gazzetta dello Sport – M.Graziano) – Vucinic ha ribadito alla Roma che non intende continuare la sua avventura in giallorosso. Motivi anche ambientali, condivisi oltretutto dalla famiglia. E la Juve ora si muove davvero.

Ieri l’agente Lucci ha spiegato a TuttoJuve. com che «su Mirko la situazione è in perenne divenire, ha vissuto una stagione particolare a Roma sotto il profilo personale. Per il suo futuro, quindi, non è da escludere nessuna soluzione. La Juve? Per il momento si tratta più che altro di rumors giornalistici, ma tutto può succedere» . Già, e molto comincia a succedere, perché da corso Galileo Ferraris arrivano i primi segnali concreti al «club degli americani» .

Conte ci conta Si parte da basi piuttosto lontane, ma a «motivare» l’ad Marotta ci sono le indicazioni di Conte, che considera il 27enne attaccante montenegrino una priorità assoluta, top player a parte naturalmente. La Roma valuta Vucinic 18 milioni, la Juve vuole trattare soprattutto sulla base di scambi. Scartate le ipotesi Amauri e Iaquinta, la trattativa potrebbe decollare con l’inserimento di Marchisio, giocatore graditissimo ai giallorossi. Molto dipenderà proprio dall’azzurro, anche se al momento la Juve preferirebbe cercare altre soluzioni: 12 milioni in contanti, oppure l’inserimento nell’affare di uno fra Sissoko e Felipe Melo. Siamo chiaramente alle battute iniziali, con Sabatini che non arretra di un metro e Marotta che può contare sulle preferenze del ragazzo, orientato verso Torino: mostrata grande freddezza, infatti, nei confronti dell’ipotesi Tottenham, club che ha offerto alla Roma 15 milioni. L’impressione è che alla lunga la volontà del giocatore non potrà non condizionare questa trattativa, anche se da Roma sperano sempre in un reale inserimento dell’Inter, fattore che automaticamente alzerebbe la posta.

Aguero caldissimo Già prenotati, intanto, i biglietti aerei per Madrid. Martedì prossimo, al più tardi 24 ore dopo, Marotta e Paratici raggiungeranno la sede dell’Atletico per l’accelerata decisiva sul fronte Aguero. In queste ore sono continui i contatti con gli agenti del Kun, anche per scongiurare il pericolo Premier, con il Manchester City che fa un po’ più di paura del Chelsea. Va detto, però, che in bianconero Aguero sarebbe al centro del progetto, mentre lo stesso non avverrebbe in un club dove già ci sono Balotelli, Dzeko, Adebayor, Jo, con Nasri in arrivo e Tevez non ancora ceduto. Al genero di Maradona, la Juventus offre 5 anni di contratto a 7,5 milioni a stagione (bonus compresi), probabilmente la prova più importante di quanto i bianconeri puntino sullo straordinario 23enne attaccante di Quilmes, provincia di Buenos Aires. Per l’Atletico Madrid sono pronti 35 milioni di euro.

E Cerci… Intanto, Conte ha chiesto a suoi dirigenti di non perdere di vista la pista Cerci. Il 23enne esterno offensivo della Fiorentina sarebbe sì a un passo dal Manchester City, ma molte cose non sarebbero ancora andate a posto. E non è un segreto quanto Cerci piaccia — soprattutto dal punto di vista tattico— al nuovo tecnico della Juventus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy