TIM CUP Roma-Sampdoria 1-0 LE PAGELLE DEI QUOTIDIANI Ljajic un po’di fumo e un pò di arrosto. Bene Dodò e Nainggolan

di finconsadmin

(redazione ForzaRoma.info) Ecco i voti in pagella ed i relativi giudizi sulle prestazioni dei giocatori della Roma nella vittoria di ieri sera contro la Sampdoria.

 

 

GAZZETTA DELLO SPORT pagelle a cura di M.Cecchini

 

SKORUPSKI 6
L’esordio che tutti vorrebbero: preciso su Sansone e Objang, attento sul tutto il (poco) resto.

TOROSIDIS 6,5
Santificato dal gol che decide la partita, si dimostra propositivo sulla sua fascia e reattivo in copertura.

BURDISSO 6 La ruggine dello scarso utilizzo si nota, ma alla fine se la cava con l’esperienza.

 

CASTAN 6 La Samp davanti è così poca cosa che, dopo averla anestetizzata, nel finale si distrae un po’.

 

DODò 6,5 Suo l’assist per la rete che sblocca il match, a cui aggiunge alcune buone iniziative, ma le praterie che ha davanti meritano più fame. (Benatia s.v. )

 

NAINGGOLAN 6 Nel giorno dell’esordio si dimostra ordinato e grintoso quanto basta, anche se nel tiro sa fare meglio.

 

STROOTMAN 5,5 Entra senza portare un surplus di geometrie e coperture.

 

DE ROSSI 6 A volte fin troppo lezioso e distratto in disimpegno, irrobustisce la sua prova con un paio di salvataggi da gran difensore.

 

 

TADDEI 6 Prima volta da titolare in stagione, ha buona benzina per poco più di un tempo, poi il serbatoio si svuota e va un po’ in affanno.

 

FLORENZI 6 Il clic sulla sua faccia dopo la doppia parata fattagli da Fiorillo inquadra il suo match: volenteroso, ma senza quel guizzo che ci vuole.

 

GERVINHO 6 Neppure la sua corsa porta gol.

 

DESTRO 6 Mette la zampa nell’azione del gol e nel primo tempo si dimostra vivo. La condizione però si appanna nella ripresa

 

LJAJIC 6,5 È l’attaccante più vivo per tiri in porta e servizi agli incursori, ma la concretezza è deficitaria.

 

All. GARCIA 6 Neppure i suoi urli evitano alla squadra di snobbare inconsciamente il match.

 

 

 

IL MESSAGGERO pagelle a cura di M.Ferretti

SKORUPSKI 6,5
Esordio assoluto in gare ufficiali per il polacco. Devia bene in tuffo un tiro in diagonale di Wszloek, nel primo tempo. Bene su Sansone e Obiang nella ripresa. Non male.

 

TOROSIDIS 7,5
Gli bastano sei minuti per portare in vantaggio la Roma,correggendo in rete una respinta fortunosa di Fiorillo su un tiro da due passi di Destro.Ci riprova nel finale con il cucchiaio: prodezza di Fiorillo. Bene anche in fase di copertura.

 

BURDISSO 6 Un po’arrugginito,è costretto a usare le maniere forti per tamponare le avanzate dei doriani. Talvolta,però,non glibastano neppure quelle. Un po’meglio nella ripresa.

 

CASTAN 6 Poco lavoro, nel primo tempo. Sbrigato con facilità. Più lavoro a seguire,ma poche palpitazioni.

 

DODO’ 6,5 È lui a dare il la all’azione del gol di Torosidis, cross da sinistra compreso. Prestazione nel complesso più che sufficiente.

 

TADDEI 6 Intermedio alla destra di DDR, ci mette sostanza e applicazione. Rodrigo vecchie maniere.

 

DE ROSSI 6 Piccolissimo trotto, lì in mezzo. Visto che non sta benissimo, non sarebbe stato meglio tenerlo a riposo?Certo,non giocherà contro il Genoa ma un po’di tranquillità in più no?

 

NAINGGOLAN 6,5 Viene convocato in extremis e spedito in campo dall’inizio. Esordio a testa alta, buona personalità, inserimenti e buon piede da intermedio alla sinistra di De Rossi.Peccato per quell’erroraccio a tu per tu con Fiorillo.

 

FLORENZI 6 Difficilmente dimenticherà quella doppia parata di Fiorillo nel primo tempo: un uno-due che lo fa imbestialire. Equell’episodio sembra condizionarlo in negativo. Giostra sulla destra con buon dinamismo ma con scarsa precisione in fase di palleggio.

 

DESTRO 6 Si muove,sbraccia,sgomita, dribbla,inventa ma nei primi quarantacinque minuti non riesce a far gol. Stesso discorso nella ripresa,trascorsa in attesa di un pallone buono.

 

LJAJIC 5,5 Un po’di fumo e un pò di arrosto: Fiorillonelprimotempoglifauna grandeparata,adesempio.Quando riesceamettersiinmoto,perla Sampspessosonodolori.Poi cominciaagiocaredasolo,nondà piùunpalloneaicompagni, esageraconl’egoismoefauna bruttafigura.

 

STROOTMAN 6 Per Nainggolan: geometrie e sostanza.

 

GERVINHO ng Per Florenzi volate e papocchi.

 

BENATIA ng Per Dodò nel recupero.

 

GARCIA 6 Missione compiuta. Eadessosotto conlaJuvepervendicarela sconfittadidomenica,chenonha affattogradito. ARBITROTOMMASI 5,5 Tantipiccolierroridivalutazione.

 

CORRIERE DELLO SPORT pagelle a cura di R.Boccardelli

Skorupski 6,5

Poco impegnato, ma non sbaglia niente. Non si lascia tradire dall’emozione del debutto neanche nei minuti finali quando deve sbrogliare un paio di situazioni incresciose.

Torosidis 7

In gran spolvero. Attento, cattivo il giusto, ha il grande merito di indirizzare subito la partita nel verso giusto per la Roma con il gol che vale la qualificazione. Nella ripresa super Fiorillo gli nega un clamoroso raddoppio

Burdisso 6

Esperienza e ruggine. L’argentino scalda fa il suo (ogni tanto qualche sbavatura). Domenica contro il Genoa servirà qualcosa in più.

Castan 6,5

Uscito stordito dallo Juventus Stadium (brutta prestazione), si riprende immediatamente giocando una gara di grande sostanza.

Dodò 6

Come spesso gli capita alterna cose belle ad altre meno entusiasmanti. Dal suo cross nasce il gol della Roma. Esce zoppicando per una distorsione alla caviglia. In dubbio per domenica.

De Rossi 6,5

Il modulo proposto da Garcia (4-1-4-1) invece di semplificargli il lavoro glielo raddoppia. Si danna l’anima con la solita generosità cercando di tenere insieme i reparti.

Florenzi 6

Primo tempo che sarebbe da incorniciare se per ben due volte in due secondi non scagliasse addosso a Fiorillo il pallone del raddoppio. Sul secondo tiro per la verità, il doriano compie un autentico miracolo. Cala nella ripresa.

Gervinho (30’st) 6

Voto di stima. Porta lo scompiglio tra i difensori blucerchiati, ma la sostanza è un’altra cosa.

Taddei 6

Bene in campo per un tempo in un ruolo che non è mai stato il suo ma nel quale si arrangia. Vistoso calo atletico nella ripresa.

Nainggolan 6,5

Comincia troppo alto secondo le indicazioni del suo nuovo tecnico. Arretra naturalmente in aiuto di De Rossi e quando lo fa è meglio anche per la Roma. Si mangia un gol che poteva portarlo subito in trionfo sotto la Sud.

Strootman (24’st) 6

Entra e fa il suo, badando molto al sodo e agli equilibri.

Ljajic 6

Si fa in quattro, ma col passare dei minuti mette sempre meno la sua indubbia classe al servizio della squadra, incaponendosi in azioni personali alla ricerca del gol quando invece potrebbe dialogare coi compagni (che magari gli farebbero tornare la palla buona).

Destro 6,5

Mette lo zampino nell’azione del primo gol, si propone sempre in avanti, spesso poco cercato dai compagni di squadra. Si fa vedere anche in difesa a dare una mano. Pronto per il Genoa.

Garcia (All.) 6

Schiera la Roma con un inedito 4-1-4-1, modulo che non convince. De Rossi troppo solo, i 4 davanti a lui troppo avanti, con difficoltà di manovra. Modulo da rivedere. Meglio il 4-3-3.

 

 

LEGGO pagelle a cura di F. Maccheroni

 

 SKORUPSKI 6 Teso all’inizio, ma la pochezza degli avversari lo tranquillizza.

 

TOROSIDIS 7 Il gol che decide la qualificazione? Non solo, si propone continuamente, mostra una condizione fisica importante e toglie a Destro il peso di un errore da matita blu. Dell’orrendo secondo tempo della Roma si salva il suo pallonetto su Fiorillo, ma il portiere della Samp compie l’ultima prodezza di una serata (per lui) di grazia.

 

BURDISSO 6 Non consentirà sonni tranquilli, ma c’è n’è uno migliore di lui che accetterebbe di giocare solo per disgrazie altrui? CASTAN 7 Soliti modi decisi e solita sicurezza.

 

DODO’ 7 Il vantaggio lo decide praticamente lui offrendo a Destro un assist che chiedeva soltanto un soffio (47’ st Benatia ng).

 

NAINGGOLAN 6 Si guarda attorno, parla molto con De Rossi, sbaglia niente (a parte un tiro troppo morbido da ottima posizione) e dà appuntamento a domenica (23’ st Strootman ng).

 

DE ROSSI 6 Un pestone all’inizio, poi serata tranquilla, ma senza guizzi. Un malinteso con Skorupski e un retropassaggio che avrà fatto venire l’ulcera al papà che non vede roba del genere nemmeno in Primavera.

 

TADDEI 6 Non servirebbe, ma c’è e aspetta la pensione in maniera dignitosa.

 

FLORENZI 5 Un po’ più che sfortunato sui due tiri parati da Fiorillo. ll suo nervosismo si potrebbe spiegare con la sensazione di non essere più inamovibile, ma potrebbe anche spiegare il mancato utilizzo a Torino (29’ st Gervinho 5).

 

DESTRO 5 Sbaglia un gol da suicidio. Poi? Resta in campo certo che arriveranno giornate migliori.

 

 LJAJIC 4,5 Finché guarderà la punta degli scarpini e ignorerà i compagni, sarà sempre un mezzo giocatore. A tratti deprimente. Lotta, vero, ma questa non è atletica pesante. Garcia gli chiede di saltare l’uomo, ma lui inciampa, cincischia, annoda pensieri e palloni e non cava mai un ragno dal buco, beccandosi i vaffa di Destro e compagni.

 

GARCIA 6 Prima o poi ci dica che problema c’è con Jedvaj: è giovane, è scarso, è un birbante, non gli piace? La partita? Difficile fargli i complimenti.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy