Stadio della Roma, Pallotta pronto a spendere fino a 120 milioni di euro

Secondo ‘Il Sole 24 Ore’, il presidente giallorosso ha manifestato interesse all’acquisto da Eurnova srl del progetto e dei terreni di Tor di Valle spendendo una somma che si aggira tra i 95 milioni e 120 milioni di euro

di Redazione, @forzaroma

Il progetto del nuovo stadio della Roma vale tra i 95 e i 120 milioni di euro. Come scrive Ivan Cimmarusti su ‘Il Sole 24 Ore‘, tanto è disposto James Pallotta, che ha manifestato interesse all’acquisto da Eurnova srl, titolare della iniziativa immobiliare a Tor di Valle. Resta da capire attraverso quale società della galassia Pallotta sarà definita l’operazione, la quale non è escluso che possa concludersi già nel primo semestre 2019, quando ci sarà il via libera amministrativo da parte di Roma Capitale.

I nuovi vertici di Eurnova, l’amministratore delegato Giovanni Naccarato, il professore di Economia aziendale della Luiss Riccardo Tiscini e l’ingegnere Giovanni Sparvoli hanno dato impulso al progetto del Nuovo Stadio, superando gli ostacoli sorti all’indomani della vasta inchiesta dei magistrati capitolini. Numerose offerte d’acquisto sono state valutate, anche se da subito l’acquirente preferito è stato Pallotta, soggetto che in quanto presidente del club ha partecipato a tutti i tavoli tecnici. L’imprenditore allo stato non ha formalizzato un’offerta d’acquisto, tuttavia ha detto di essere pronto all’acquisto del progetto spendendo una somma che si aggira tra i 95 milioni e 120 milioni di euro. Denaro che comprende il progetto e i terreni a Tor di Valle.

Resta da capire attraverso quale società sarà formalizzato l’acquisto. Il 16 maggio 2016 Pallotta ha perfezionato una operazione con lo scopo di finanziare i costi preliminari di sviluppo connessi al progetto del Nuovo Stadio. Un contratto di finanziamento è stato sottoscritto con la banca Goldman Sachs International per 30 milioni di euro, denaro che sarebbe stato gestito dalla società Stadio Tdv spa, quella deputata all’operazione del Nuovo Stadio della Roma. Non è escluso, dunque, che la nuova offerta d’acquisto possa essere fatta proprio dalla Stadio Tdv spa, società controllata dalla Neep Roma Holding, la stessa che controlla anche la As Roma spa (quotata in Borsa). Non si può escludere, però, che l’operazione possa essere compiuta da quest’ultima.

(I. Cimmarusti – Il Sole 24 Ore)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy