Stabilita la data per il closing sarà il 29 luglio

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – U.Trani) – Che bello averti al mondo. Auguri AS Roma. Sembra davvero il giorno giusto per le congratulazioni, arrivate con lo striscione che l’Associazione Italiana Roma Club ha esposto durante l’allenamento del pomeriggio a Riscone per festeggiare gli 84 anni della società giallorossa.

Perché contemporaneamente, nella Capitale, veniva ufficializzta la data tanto attesa per il closing per la cessione della Roma al consorzio statunitense: si chiuderà venerdì 29 luglio. Lunedì sarà a Roma il futuro presidente DiBenedetto, accompagnato dai due manager, per superare l’ultimo ostacolo prima del traguardo, rappresentato dai 17 milioni di perdite inerziali contestate dagli americani che non vorrebbero coprire il 60 per cento (ieri una riunione a Boston tra i legali del gruppo statunitense). Una lunga conference call tra Fiorentino e DiBenedetto, giovedì sera, è comunque servita a riavvicinare le parti e a preparare il vertice di lunedì. Ieri Roma 2000, con un comunicato, oltre ad annunciare la data del closing, ha deliberato il prestito al consorzio Usa di 40 milioni e ha anche smentito che il bilancio al 30 giugno presenti perdite per 53 milioni, ma come emerso dalla due diligence di 36 milioni (anche la Consob ha chiesto informazioni alla società giallorossa). Quei 17 milioni di perdite inerziali incideranno sul prossimo esercizio e il gruppo DiBenedetto potrebbe decidere di fare una seconda ricapitalizzazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy