Rosella Sensi: Spero di festeggiare presto un altro scudetto

di finconsadmin

(Corriere dello Sport) – Un viaggio, un bellissimo viaggio. Che ripercorre, gol dopo gol, la stagione del terzo scudetto giallorosso, targato Totti-Batistuta-Montella.

Facile raggiungere la meta paradisiaca, altro che Bora Bora, perché basta impostare il na­vigatore su Via Baccina 84 per ri­trovarsi immersi nella mostra “Utr 10 Anni dallo Scudetto della Ro­ma”, a due passi dalla Salita del Grillo. In un asse involontario che ricorda due grandissimi personag­gi della Capitale: il presidente Franco Sensi, l’artefice primario del tricolore dell’era moderna, e l’attore Alberto Sordi, celebre per aver interpretato Onofrio del Gril­lo nella pellicola di Mario Monicel­li.

INAUGURAZIONE – La mostra-viaggio, ideata dall’Unione Tifosi Romanisti e sostenuta dalla Provincia di Ro­ma di Nicola Zingaretti, è stata inaugurata ieri nel cuore del Rione Monti e rimarrà aperta in orario se­rale fino al 10 luglio per poi riapri­re a metà settembre. Copione stan­dard: primo tour riservato a Rosel­la e Maria Sensi, all’ex vicepresi­dente Giovanni Ferreri, a Giacomo Losi, allo storico massaggiatore Giorgio Rossi e a tantissimi tifosi speciali della Roma, rigorosamente con la sciarpetta al collo. « Bisogna guardare al futuro, ma non dimen­ticarsi della storia. Qui mi sono tor­nati alla mente tanti episodi di un anno lungo, inteso e indimenticabi­le » , ha detto in prima battuta Ro­sella Sensi durante la presentazio­ne della rassegna. Poi i ricordi lega­ti al papà: dagli immancabili pran­zi con la coda alla vaccinara, pas­sando per la tensione pre partita, fi­no al giro di campo e la passeggia­ta notturna per le piazze di Roma dopo la vittoria dello scudetto.

EMOZIONE –«La partita più emozio­nate? Di certo il 2- 2 contro la Ju­ventus. Mio padre inseguiva questo sogno fin dal 1993 ed è riuscito a re­galare una gioia immensa ai suoi tifosi. Spero di festeggiare il quarto titolo quanto prima». Nelle due sa­le si possono ammirare i pannelli raffiguranti i 68 gol della stagione 2000/ 2001, le maglie originali dei protagonisti ( mancano solo quelle di Cafu e Zago), sciarpe, bandiere, almanacchi, biglietti delle trasferte e tantissime altre sorprese da sco­prire passo dopo passo. Un esem­pio? La zolletta del dischetto del­l’Olimpico, presa sotto la Sud, al tri­plice fischio di Roma-Parma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy