Roma, ultimo stadio

di Redazione, @forzaroma

(TuttoSport – S.Di Stefano) – Un’ora di colloquio tra il nuovo presidente della Roma, Thomas DiBenedetto e quello del Coni, Gianni Petrucci, a seguire un comunicato congiunto Roma-Coni che sigla un nuovo patto sulla gestione dello stadio Olimpico:

“Sono state gettate le baasi – si legge nel comunicato – per un’intesa sinergica tra la Coni Spa e la As Roma, per un più efficiente utilizzo del patrimonio sportivo e culturale dello Stadio Olimpico e del Parco del Foro Italico. Tra le ipotesi allo studio, l’identificazione di aree utili per una migliore fruizione dell’evento sportivo e per il trasferimento di alcuni uffici dell’A.S. Roma nel complesso del Foro Italico». Al tycoon americano è stata offerta anche una brochure a colori in inglese con tutte le spiegazioni su caratteristiche e potenzialità dell’impianto. Un incontro «molto cortese e cordiale», hanno fatto sapere dal Coni, in cui oltre a DiBenedetto e Petrucci, erano presenti anche il segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, l’ad giallorosso Claudio Fenucci e Tullio Camiglieri, presidente della Open Gate Italia.

 

 

NUOVA SEDE DiBenedetto ha anche effettuato un sopralluogo allo Stadio dei Marmi, poi all’ex Ostello della Gioventù in Viale delle Olimpiadi, nei cui uffici dovrebbe essere spostata la sede amministrativa della Roma (attualmente a Trigoria). Quanto all’Olimpico, dovrà cambiare pelle, aumentare i servizi, fungere da casa dei giallorossi, ottimizzare il merchandising e contribuire agli utili societari: «E stata delineata – prosegue la nota – una serie di interventi e conseguenti attività finalizzate alla valorizzazione dell’evento con particolare attenzione alle famiglie e disabili, uno sviluppo commerciale dell’area dello Stadio (con nuove postazioni per il merchandising), un potenziamento dei servizi per i media e il miglioramento della attività di intrattenimento all’interno dell’impianto». Tra le idee, ci sarebbe quella di facilitare l’arrivo e la sosta nei pressi dell’impianto e un’area interamente dedicata a famiglie e bambini aperta sia prima sia dopo gli incontri della Roma. L’impegno preso ieri dovrebbe trovare sviluppo già dalle prossime settimane, il tempo di costituire un team di lavoro operativo e organizzativo e studiare le modalità «che renderanno, in tempi brevi, esecutive tali iniziative».

La Roma tende dunque la mano alla massima istituzione sportiva italiana, in attesa della costruzione del nuovo impianto di proprietà, che gli americani vorrebbero accorpare alla candidatura olimpica di Roma 2020. Si rincorrono intanto le ipotesi su possibili nuove candidature del nuovo Cda. Al nome del futuro dg, Franco Baldini, secondo indiscrezioni potrebbe aggiungersi anche quello di una misteriosa “quota rosa”.

QUI TRIGORIA Prima di ripartire per gli States, DiBenedetto farà di nuovo tappa all’Olimpico, sabato, per assistere all’anticipo di campionato tra la Roma e la rivelazione Atalanta, con la speranza di vedere finalmente una vittoria casalinga (dopo le recenti delusioni con Slovan, Cagliari e Siena). In vista della sfida con Colantuono, Luis Enrique è ancora alle prese con gli infortuni. E a quelli di lungo corso (Lamela e Greco), ieri si è aggiunto quello di Simone Perrotta. Il centrocampista riconvertito terzino da Luis Enrique, ha interrotto in anticipo l’allenamento per un trauma distorsivo alla caviglia sinistra. Le visite di oggi forniranno un quadro più completo sull’entità dell’infortunio, ma il suo impiego contro i nerazzurri è a rischio. Non destano preoccupazione invece i piccoli acciacchi che hanno costretto De Rossi, Borriello e Juan ad abbandonare anzitempo la seduta di allenamento. Per la sfida con i bergamaschi, il tecnico sembra orientato a puntare ancora su De Rossi, Pizarro e Pjanic in mezzo al campo, mentre in attacco, al fianco di Totti e Osvaldo, è ballottaggio tra Bojan (favorito), Borini e Borriello.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy