Roma, Stekelenburg è pronto a dire sì

di finconsadmin

(Corriere dello Sport-P.Torri) Maarten Stekelenburg è pronto a dire sì alla Roma. E non è che lo diciamo noi perché colpiti da improvvisa quanto in­giustificata presunzione.

A dir­celo, ieri, dopo una piccola odis­sea telefonica, è stato uno dei due procuratori del portiere ti­tolare dell’Ajax e della naziona­le olandese.

PAROLE – I procu­ratori del giocato­re sono i fratelli Robert e Karel Jansen che nel calcio orange so­no i numeri uno, una volta si sa­rebbe detto che erano i Moggi olandesi ( speria­mo non si offen­dano). Ieri abbia­mo provato a par­lare con Karel, anche perché so­lo di lui eravamo riusciti ad avere un recapito te­lefonico. Karel è stato gentilis­simo per telefono, spiegandoci però che per parlare di Steke­lenburg, l’uomo giusto era il fratello, Robert. Del quale, con grande gentilezza, ci ha dato il numero del telefono cellulare. Cosa insolita e che in qualche maniera ci ha già fatto capire come la pista Stekelenburg può essere sicuramente percorsa. E infatti, quando Robert ha rispo­sto al telefono, la conferma è ar­rivata puntuale: « Tra un anno Stekelenburg va in scadenza di contratto con l’Ajax. Sull’ingag­gio del giocatore preferisco non dire nulla. Quello che posso di­re è che da parte sua c’è la vo­glia di fare una nuova esperien­za. E la Roma ci sembra un’op­portunità straordinaria. Non sta certo a noi fare il prezzo del cartellino perché chi lo vuole deve comunque parlare con la dirigenza del­l’Ajax » . Insom­ma, ci pare che si possa davvero cominciare una trattativa come peraltro i nuovi dirigenti giallo­rossi sono inten­zionati a fare, es­sendo Stekelen­burg uno dei pri­missimi nomi nella lista del portiere che sicu­ramente dovrà arrivare a Trigo­ria. Ci sarà prima di tutto da capire il prezzo del cartellino. Un pro­curatore molto pratico del cam­pionato olandese, ieri ci ha det­to che l’Ajax per il suo portiere vuole venti milioni di euro. Ci­fra che potrà pure essere chie­sta, ma con un giocatore in sca­denza tra dodici mesi, sembra difficile che possa essere credi­bile, pure per gli olandesi. An­che perché se il giocatore vuole andare via, l’Ajax non potrà ti­rare troppo la corda altrimenti corre il rischio di perderlo a pa­rametro zero.

ROMERO – Un’alternativa per la porta giallorossa, è sempre in Olanda. Solo che si tratta di un estremo difensore argentino ( ma ha passaporto italiano), Sergio Romero, attuale numero dell’Az Alkmaar, titolare del­l’Argentina al mondiale suda­fricano, classe 1987 e già un’esperienza nel calcio euro­peo. I costi, in questo caso, sa­rebbero decisamente inferiori, potrebbero bastare quattro-cin­que milioni di euro. Romero è in scadenza il trenta giugno del 2013 e, pure lui, ha manifestato l’intenzione di andare a con­frontarsi in un calcio più com­petitivo. Il suo procuratore è Fernando Hidalgo che a Trigo­ria ha già Nicolas Burdisso. E questo potrebbe servire.

DONI – Questa settimana, sem­pre parlando di portieri, po­trebbe essere decisiva per la cessione di Doni. Il brasiliano vuole andare via, la Roma è in­tenzionata a cederlo, c’è però un altro anno di contratto a quattro milioni e trecentomila euro lordi che non può che ridi­mensionare le possibilità di una cessione. La società giallo­rossa avrebbe già detto al gio­catore di essere disposta a con­cedergli il cartellino gratis. Nei prossimi giorni il procuratore di Doni, Ovidio Colucci, partirà per l’Inghilterra dove ci sono perlomeno Liverpool e Bolton che vorrebbero il brasiliano. E l’offerta migliore sarebbe del Bolton.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy