Roma, rispunta Silvestre. E per Witsel c'è l'offerta

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – P.Torri) C’è pure l’offerta. Per Axel Witsel, il venti­duenne belga con origini in Martinica, che Walter Saba­tini vorrebbe portare alla Roma.

WITSEL – Da quello che ci ri­sulta, la Roma per il nazio­nale belga, considerato uno dei prospetti emergenti nel suo ruolo in Europa, avreb­be offerto circa sei milioni e mezzo di euro più uno tra Barusso, Okaka, Antunes (con la partenza del primo la Roma libererebbe anche una casella da extracomuni­tario). E’ un’offerta, però, che non potrà bastare per­ché sul belga, da due mesi, è molto forte l’interesse del Benfica che è arrivato a offrire otto milioni cash, mettendosi in una posi­zione di note­vole vantag­gio. Ma a Sa­batini il gio­catore piace molto, è vero che è rimasto un po’ spiaz­zato dal fatto che l’interes­samento del­la Roma per Witsel sia trapelato, ma è altrettanto vero che potrebbe essere pronto a un ulteriore rilan­cio, consapevole come a pa­rità d’offerta il giocatore, at­traverso il papà, abbia già fatto sapere di scegliere la maglia giallorossa. Sul gio­catore poi ci sarebbero an­che Lazio e Genoa, pronte a prenderlo in comproprietà con Matuzalem ai rossoblù e Witsel vestito di biancoce­leste. In ogni caso, la Roma non ha molto tempo da per­dere se vuole arrivare dav­vero a prendere il belga. C’è bisogno di un rilancio entro due, massimo tre giorni, al­trimenti il giocatore andrà a Lisbona. Alla Roma un’ac­celerata, se mai ce ne fosse bisogno, potrebbe averla da­ta, ieri, la notizia che il bra­siliano Sandro (primissima scelta della nuova dirigenza per il ruolo di centrocampi­sta centrale) nel ritiro del Brasile che sta giocando la coppa America, si è rotto il menisco (ancora sconosciu­ti i tempi di recupero) e que­sto potrebbe convincere la società giallorossa a forzare i tempi per Witsel.

SILVESTRE – Per il difensore centrale, poi, c’è da regi­strare come ieri si siano in­fittite le voce di una Roma tornata prepotentemente sull’argentino Silvestre. Il centrale difensivo del Cata­nia è sicuramente un gioca­tore che piace a Walter Sabatini, in più ha il doppio vantaggio di avere il passa­porto italiano e quello di co­noscere già bene il nostro campionato. Si può dire, con ragionevole certezza, che sia Silvestre l’alternativa più forte al­l’ipotesi del danese Kjaer per il quale il Wolfsburg non pare vo­glia scendere sotto il prez­zo di undici milioni di eu­ro. Su Silve­stre, peral­tro, da tempo ci sono voci, piuttosto fondate, di un interessamento della Juventus che intende­rebbe metterlo a disposizio­ne di Conte. Il tutto con grande piacere della diri­genza del club siciliano che può chiedere una cifra tra gli otto e i dieci milioni, con­sapevole che un’asta tra più club non potrà che rimpin­guare le casse della squadra che la prossima stagione sa­rà allenata da Vincenzo Montella. Di sicuro Silvestre è un giocatore che sta sul mercato, tanto è vero che l’amministratore dele­gato del Catania ha più vol­te ribadito ufficialmente di essere pronto a cederlo per consentire al giocatore di andare a provarsi in un club di prima fascia. In pratica è solo una questione di prez­zo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy