Roma, niente soldi lo sceicco si dissolve

di finconsadmin

(Leggo – F.Balzani) – ?Qaddumi non ha consumato l’investimento, l’accordo ? da considerarsi risolto?. La fumata ? stata nerissima. Il presunto sceicco non ha versato i 50 milioni richiesti dalla Roma e le garanzie affidate al fondo Usa J.P. Morgan non sono bastate. Il comunicato della Roma ha sancito la fine di una telenovela dai contorni grotteschi. ?Facendo seguito al comunicato pubblicato il 24 febbraio con riferimento al contratto preliminare sottoscritto con lo sceicco Adnan Adel Aref al Qaddumi per il suo coinvolgimento, diretto o indiretto, con il gruppo azionario che detiene la quota di controllo di NEEP Roma Holding, e il termine ultimo del 14 marzo 2013 per il potenziale Partner per finanziare l’intero prezzo di acquisto del suo investimento, AS Roma SPV LLC – sentita la Consob – informa che il partner non ha consumato l’investimento, non c’? accordo per prorogare il termine per la chiusura della transazione e l’accordo preliminare deve essere considerato risolto?.

Nessuna proroga quindi anche perch? in giornata erano emersi dubbi in merito alle richieste di Qaddumi: una poltrona da vice presidente e una quota rilevante nel Cda oltre a una posizione di primo livello nel progetto stadio. Tanto, troppo per Pallotta che aveva confidato nel nuovo socio fino all’ultimo (nonostante il suo passato discutibile) al contrario di UniCredit che invece aveva cercato di mettere in guardia il presidente. In Usa Pallotta era con Zanzi (Baldini ? tornato) e ha troncato la negoziazione, ma non la ricerca di nuovi soci.[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy