Roma-Livorno 3-0, le PAGELLE DEI QUOTIDIANI: Strootman, quantità e qualità. Destro una garanzia, Pjanic disegna calcio

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Seconda vittoria consecutiva per la Roma dopo il poker rifilato al Genoa: i giallorossi dominano il Livorno e si preparano nel migliore dei modi in vista della gara contro la Juventus in Coppa Italia. Questi i voti dei principali quotidiani italiani su Roma-Livorno 3-0:

 

IL MESSAGGERO a cura di M.FERRETTI

DE SANCTIS ng
Spettatore non pagante, nel primo tempo.Nella ripresa lo impegna solo… De Rossi con una svirgolata. Tredicesima partita su 20 senza reti al passivo. Complimenti.
TOROSIDIS 6,5
Una spinta costante e precisa, sulla corsia di destra. Affidabile.
BENATIA 6,5
Poco lavoro ma svolto con concentrazione. E sfiora un paio di volte la sesta rete in campionato, cercata con ostinazione.
CASTAN 6
Vedi Benatia, ma senza sfiorare la rete. Riesce a farsi ammonire…
DODÒ 6,5
Un po’ troppo timido contro una difesa impaurita. Quando attacca, il Livorno sbanda sempre. Perché non farlo con costanza? Un po’ più di personalità c’è, stavolta.
PJANIC 6,5
Prestazionealtalenante: in avvio intuizioni geniali e pure qualche erroruccio di troppo. Nella ripresa cerca più volte il gol, fortuna e precisione non stanno dalla sua parte.
DE ROSSI 7
Piazzato davanti alla difesa, gioca tutti i palloni della Roma in fase di costruzione. Rari, nel primo tempo, gli sbagli. Regia attenta anche nella ripresa.
STROOTMAN 7
Riesce a segnare la prima rete all’Olimpico (n.5 in campionato) con un sinistro in mischia dopo aver avviato l’azione in profondità per Destro.
LJAJIC 7,5
Numero a colori, sulla destra, per la rete di Destro. Un gesto tecnico davvero apprezzabile.Si impegna molto, taglia mille volte il campo ma sembra non avere la fortuna (o la capacità) di trovare la giocata giusta per far gol. Poi, però, infilza al millimetro Bardi. Gol strameritato.
DESTRO 7
Meno di sei minuti per firmare la sua rete numero 4, quella del vantaggio della Roma. A seguire spara addosso a Bardi, fallendo la doppietta. Quando la centra, Russo annulla il gol per fuorigioco di Castan.
GERVINHO 6
Parte a sinistra poi si sposta a destra e, alla prima occasione vera, tira da due passi sul corpo di Bardi. Ci riprova in tuffo di testa a porta vuota: fuori. E lo stadio lo applaude per incoraggiarlo.
FLORENZI 6
Al posto di Gervinho:un po’ troppo molle, talvolta.
NAINGGOLAN 6,5
Per Pjanic: entra con una carica pazzesca e partecipa attivamente all’azione del gol di Ljajic.
TOTTI ng
Rileva Destro sul 3-0: un po’ di allenamento in vista di martedì. L’esclusione iniziale contro il Livorno è la prova che martedì sera Garcia lo impiegherà dal primo minuto contro i bianconeri in Coppa Italia.
GARCIA 7
Cambia molto, ma la Roma centra ancora la vittoria in virtù di un sistema di gioco ormai collaudato.

 

GAZZETTA DELLO SPORT a cura di M.CECCHINI

DE SANCTIS 6 Temiamo che, non ricevendo neppure stavolta tiri in porta, cominci ad annoiarsi.

 

TOROSIDIS 6,5 Fascia arata con tenacia, ed un paio di assist che potevano essere sfruttati meglio.

 

BENATIA 6,5 L’attacco livornese è così tenero da non impensierirlo, ma lui ringhia in ogni situazione.

 

CASTAN 6 Normale amministrazione macchiata da un «giallo» parso quasi fuori luogo.

 

DODò 6,5 Per una fetta del primo tempo persino il fragile Piccini lo impegna un po’, ma si spegne presto e così il brasiliano può caracollare con i soliti esiti alterni.

 

PJANIC 7,5 Il Piccolo Principe deve aver smaltito gli acciacchi perché disegna calcio come nei giorni più belli. Solo Bardi e un salvataggio di Mbaye lo scippano del gol.

 

NAINGGOLAN 7 Entra a partita archiviata, ma trova il modo di brillare per volontà e lucidità.

 

DE ROSSI 7 Col Livorno nella propria trequarti, imposta sempre l’azione senza dimenticare di chiudere ogni volta che serve.

 

STROOTMAN 7.5 Si iscrive al club dei capocannonieri giallorossi (5 gol), ma lo fa coniugando qualità e quantità in dosi industriali.

 

LJAJIC 7 Il gol infrange un digiuno che pareva maledizione (non segnava da settembre), soprattutto perché la sua prova è ricca di spunti positivi, come l’assist del vantaggio.

 

DESTRO 7 Indirizza la partita segnando la prima rete e propiziando la seconda; nella ripresa denuncia il rodaggio.

TOTTI s.v.

 

GERVINHO 6,5 Se segnasse ad ogni occasioni lotterebbe per la Scarpa d’Oro, invece sciupa tanto e si accontenta di creare spazi.

 

FLORENZI 6 Entra e gestisce.

 

All. GARCIA 7 Ha in mano una F1 e la gestisce da pilota sopraffino.

 

CORRIERE DELLO SPORT a cura di R.BOCCARDELLI

 

DE SANCTIS 6,5 – Lo impegna solo De Rossi (tocco maligno in recupero) nell’unica azione pericolosa del Livorno. Ma è attento e non si lascia sorprendere.

 

TOROSIDIS 7 – Sceglie bene i tempi dell’inserimento in avanti. Nel primo tempo è una delle chiavi vincenti della manovra giallorossa.

 

BENATIA 7 – In difesa rende tutto facile con il suo strapotere tecnico e atletico, sfiora un paio di gol in attacco. Pronto per la Juve.

 

CASTAN 6 – L’unico ammonito della partita. Russo proprio non ce la faceva a non estrarre almeno un cartellino giallo. Con Benatia si conferma grande difensore. Ma adesso torna la Juve… E l’asticella si alza di molto.

 

DODO’ 6,5 – Sempre qualcosa in meno di quello che ti aspetti, soprattutto in fase offensiva. Comunque fa la fascia avanti e indietro per tutti i 90 minuti e mette qualche bel cross.

 

PJANIC 7 – Orchestra, illumina, si prende la responsabilità dell’ultimo passaggio, tenta anche la via del gol ma senza troppa fortuna.

NAINGGOLAN (DAL 24′ st) 7 – Entra subito in partita e lo fa alla sua maniera. Recuperando palloni e ridistribuendoli con qualità. Serve un paio di assist niente male. Su uno di questi Ljajic va al 3-0.

 

DE ROSSI 7 – Tutto sotto controllo nella sua zona. Che è molto ampia. Uno dei segreti della difesa giallorossa è anche il lavoro di Daniele in un settore delicatissimo del campo in fase difensiva.

 

STROOTMAN 7,5 – E’ tornato in una forma atletica strepitosa. Sovrasta tutti, va a segnare il gol della tranquillità (il suo primo all’Olimpico) e torna sulla vetta dei cannonieri giallorossi.

 

LJAJIC 7,5 – Finalmente il gol dopo tutta una serie di tentativi falliti un po’ per imprecisione e un po’ per la bravura di Bardi. Gli mancava e lo aveva detto in settimana. Sempre in partita, gioca una marea di palloni distribuendo alta qualità sul campo.

 

DESTRO 7 – Segna il gol che sblocca la partita, da un suo “scavino” nasce la rete del 2-0. L’arbitro gli annulla un gran bel gol per la posizione irregolare di Castan. Si batte bene in avanti. Ancora una partita positiva del ragazzo di Ascoli.

 

GERVINHO 6 – Sbaglia un’infinità di cose, ma i tifosi lo perdonano. Quando parte dà sempre l’impressione di poter fare sfracelli, però stavolta non ne azzecca una.

FLORENZI (DAL 21′ st) 6,5 – Dà equilibrio e corsa ad una squadra in grande salute. Anche lui sembra pronto per la Juve.

 

ALL. GARCIA 7 – Squadra in palla, concentrata, consapevole che questi erano comunque tre punti importanti. Da oggi la testa può essere di nuovo al match coi bianconeri.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy