Roma, e adesso Alvarez

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – G.D’Ubaldo) Dopo Bojan, Walter Sabatini prepara un altro colpo.

All’inizio della prossima settimana si metterà di nuovo in viaggio per Buenos Aires con l’obietti­vo di chiudere per Ricardo Alvarez, il centrocampista offensivo del Velez sul quale il direttore sportivo giallorosso sta lavorando da mesi. Riparlerà anche di Lamela, ma il prezzo del talento del Ri­ver Plate è cresciuto troppo negli ultimi tempi, per un giocatore così giovane. Sa­batini ha preparato il terreno parlando ieri a Milano con Marcelo Simonian, il procuratore di Alvarez, lo stesso di Pa­store. Particolare non trascurabile.

Su Alvarez, ventiquattro anni, passaporto comunita­rio, sono piombati anche l’Arsenal e il Malaga, ma la Roma si è mossa per pri­ma. Sabatini partirà con l’obiettivo di andare a chiudere. Ieri il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, ha ammesso il suo interessamento per il centrocampista del Velez.

Se Alvarez, che la Roma ha praticamente in pugno, fi­nisse al Palermo, potrebbe aprire la strada per Pasto­re, che resta il sogno del di­rettore sportivo gialloros­so. Operazione questa che oggi non sembra praticabile, anche per­chè Zamparini ieri ha ribadito che la quotazione dell’asso argentino è di cin­quanta milioni e non intende fare sconti. Ma gi scenari potrebbero cambiare.

ANCORA IN SPAGNA – A fari spenti, Sabatini da qualche tempo sta lavorando su un al­tro giocatore argentino. Si tratta di Gon­zalo Higuain, attaccante del Real Madrid in uscita, soprattutto dopo l’arrivo alla corte di Mourinho di Neymar. Sembra che il direttore sportivo abbia posto le basi per avviare la trattativa nei giorni scorsi, quando è stato in Spagna per chiu­dere con il Barcellona il trasferimento di Bojan. Higuain è nato in Francia da geni­tori argentini ed è una scoperta di Baldi­ni, che lo portò a Madrid quando era di­rettore sportivo. Il Real Madrid ora deve vendere per sfoltire la rosa. Un altro at­taccante serve di sicuro, soprattutto se dovessero partire Vucinic e Borriello.

IL PORTIERE – Sabatini ha fissato il suo quartier generale a Milano in un albergo nei pressi di Porta Romana, lontano dai luoghi più inflazionati degli operatori di mercato. Ieri lì ha avuto una serie di ap­puntamenti. Ha lavorato molto anche per il portiere. In attesa di vedere cosa suc­cederà tra Inter e Bologna per Viviano, il direttore sportivo giallorosso già da qual­che tempo ha chiesto informazioni su Si­rigu, che conosce bene per averlo avuto al Palermo e Agazzi del Cagliari. Ma tut­to lascia pensare che il nuovo portiere della Roma sarà straniero. Questa sa­rebbe stata l’indicazione dettata da Luis Enrique. I nuovi dirigenti giallorossi hanno lasciato campo libe­ro alla Lazio per Marchet­ti, dopo che il portiere del Cagliari era stato contatta­to da Montali e Pradè. Gli obiettivi sono altri e conti­nuano ad avere buone chance Stekelenburg del­l’Ajax e Romero dell’Az Al­kmaar. Sono stati presi in considerazione anche il brasiliano Rafa­el del Santos, Carlos Kameni, cameru­nense con passaporto francese dell’Espa­nyol e il colombiano David Ospina del Nizza.

Se la Roma dovesse partire domani per il ritiro dovrebbe convocare quaranta giocatori, ma Sabatini sta lavorando per sfoltire la rosa. Un altro giocatore in par­tenza potrebbe essere John Arne Riise, che ha alcune offerte in Inghilterra. Oka­ka, che rientra dal prestito al Bari, andrà a giocare in un’altra squadra di serie A. Il suo procuratore sta valutando le offer­te e nei prossimi giorni incontrerà Saba­tini.

 

(Corriere dello Sport – G.D’Ubaldo) Dopo Bojan, Walter Sabatini prepara un altro colpo. All’inizio della prossima settimana si metterà di nuovo in viaggio per Buenos Aires con l’obietti­vo di chiudere per Ricardo Alvarez, il centrocampista offensivo del Velez sul quale il direttore sportivo giallorosso sta lavorando da mesi. Riparlerà anche di Lamela, ma il prezzo del talento del Ri­ver Plate è cresciuto troppo negli ultimi tempi, per un giocatore così giovane. Sa­batini ha preparato il terreno parlando ieri a Milano con Marcelo Simonian, il procuratore di Alvarez, lo stesso di Pa­store. Particolare non trascurabile.

Su Alvarez, ventiquattro anni, passaporto comunita­rio, sono piombati anche l’Arsenal e il Malaga, ma la Roma si è mossa per pri­ma. Sabatini partirà con l’obiettivo di andare a chiudere. Ieri il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, ha ammesso il suo interessamento per il centrocampista del Velez.

Se Alvarez, che la Roma ha praticamente in pugno, fi­nisse al Palermo, potrebbe aprire la strada per Pasto­re, che resta il sogno del di­rettore sportivo gialloros­so. Operazione questa che oggi non sembra praticabile, anche per­chè Zamparini ieri ha ribadito che la quotazione dell’asso argentino è di cin­quanta milioni e non intende fare sconti. Ma gi scenari potrebbero cambiare.

ANCORA IN SPAGNA – A fari spenti, Sabatini da qualche tempo sta lavorando su un al­tro giocatore argentino. Si tratta di Gon­zalo Higuain, attaccante del Real Madrid in uscita, soprattutto dopo l’arrivo alla corte di Mourinho di Neymar. Sembra che il direttore sportivo abbia posto le basi per avviare la trattativa nei giorni scorsi, quando è stato in Spagna per chiu­dere con il Barcellona il trasferimento di Bojan. Higuain è nato in Francia da geni­tori argentini ed è una scoperta di Baldi­ni, che lo portò a Madrid quando era di­rettore sportivo. Il Real Madrid ora deve vendere per sfoltire la rosa. Un altro at­taccante serve di sicuro, soprattutto se dovessero partire Vucinic e Borriello.

IL PORTIERE – Sabatini ha fissato il suo quartier generale a Milano in un albergo nei pressi di Porta Romana, lontano dai luoghi più inflazionati degli operatori di mercato. Ieri lì ha avuto una serie di ap­puntamenti. Ha lavorato molto anche per il portiere. In attesa di vedere cosa suc­cederà tra Inter e Bologna per Viviano, il direttore sportivo giallorosso già da qual­che tempo ha chiesto informazioni su Si­rigu, che conosce bene per averlo avuto al Palermo e Agazzi del Cagliari. Ma tut­to lascia pensare che il nuovo portiere della Roma sarà straniero. Questa sa­rebbe stata l’indicazione dettata da Luis Enrique. I nuovi dirigenti giallorossi hanno lasciato campo libe­ro alla Lazio per Marchet­ti, dopo che il portiere del Cagliari era stato contatta­to da Montali e Pradè. Gli obiettivi sono altri e conti­nuano ad avere buone chance Stekelenburg del­l’Ajax e Romero dell’Az Al­kmaar. Sono stati presi in considerazione anche il brasiliano Rafa­el del Santos, Carlos Kameni, cameru­nense con passaporto francese dell’Espa­nyol e il colombiano David Ospina del Nizza.

Se la Roma dovesse partire domani per il ritiro dovrebbe convocare quaranta giocatori, ma Sabatini sta lavorando per sfoltire la rosa. Un altro giocatore in par­tenza potrebbe essere John Arne Riise, che ha alcune offerte in Inghilterra. Oka­ka, che rientra dal prestito al Bari, andrà a giocare in un’altra squadra di serie A. Il suo procuratore sta valutando le offer­te e nei prossimi giorni incontrerà Saba­tini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy