Roma, c’è Savic con Kjaer

di finconsadmin

(Corriere dello Sport – P.Torri) – Uno pensa: come centrali difensivi ci sono Nicolas Burdisso e Juan, almeno per ora non è una priorità andare ad acquistare la ri­serva dei due titolari. Errore.

Per­chè la priorità c’è e potrebbe esse­re pure doppia perché, in teoria, ne servirebbero quattro di centrali di­fensivi per poter affrontare con sufficiente serenità la prossima stagione. Se non altro ricordando come Burdisso non è uno che non ha confidenza con i cartellini e che, pure, tornerà a Roma dopo la cop­pa America ( finale 24 luglio, vul­cano cileno permet­tendo), non prima cioè del dieci- quin­dici agosto. E ricor­dando anche come Juan ogni tanto sia costretto a fermarsi per far rifiatare le sue fibre muscolari. Walter Sabatini, in effetti, vorrebbe prendere due cen­trali difensivi. Ha pure i nomi, sono quelli di Simon Kja­er e Stefan Savic.

SAVIC -Nel ruolo, è il nome nuovo da inse­rirenella lista. Il giocatore è stato offerto nei giorni scorsi, la valuta­zione del cartellino è tra i tre e i quattro milioni. Gioca nel Partizan Belgrado, ha vent’anni, è naziona­le del Montenegro, molti addetti ai lavori lo considerano il miglior prospetto giovane al mondo. A Sa­batini il ragazzo connazionale di Vucinic, piace tantissimo, chiude­rebbe l’affare in quattro e quattro otto se non ci fosse il problema che il giocatore ha lo status di extraco­munitario. E la Roma ha sì un po­sto libero per un extracomunitario, ma, oggi come oggi, spenderlo per un giocatore sulla carta non titola­re,potrebbe essere esagerato. Se poi le regole dovessero cambiare, da un po’ di tempo si parla della possibilità di aprire al secondo ex­tracomunitario, allora il nome di Savic potrebbe diventare di stret­tissimaattualità.

KJAER -Il danese è un autentico pallino di Walter Sabatini che già lo prese, giovanissimo, ai tempi in cui lavorava per il Palermo. Un af­fare per Zamparini: acquistato per poco, lo scorso anno è stato vendu­to per dodici milioni di euro al Wolfsburg. Da dove il giocatore, già contattato, ha fatto sapere che verrebbe volentieri via, pure subito. Il prezzo, per ovvi mo­tivi, non può essere inferiore ai dieci milioni di euro. An­che se Sabatini è convinto che con il passare dei giorni, la cifra possa scen­dere.

BOJAN -A proposito di Sabatini, c’è da registrare che nei prossimi giorni, il ds romanista dovrebbe volare a Barcellona per chiudere l’affa­re Bojan. Da quello che ci risulta, con il Barcellona è praticamente tutto a posto, prestito con diritto di riscatto prefissato, ci sarebbe in­vece ancora qualcosa da sistemare con il giocatore che a Barcellona guadagna poco meno di tre milioni netti. Con la diversa fiscalità vi­gente in Spagna, al club campione di tutto, costa poco più di quattro milioni, alla Roma costerebbe sei. Per questa ragione si sta discuten­do con Bojan per deviare alla voce premi una parte dello stipendio. Tutto fa credere che non ci saran­noproblemi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy