Roma-Bojan, siamo ai dettagli

di finconsadmin

(Corriere dello Sport – P.Torri) Trigoria, Barcellona, Buenos Ai­res. Si può leggere anche Bojan, Alvarez, Lamela (o Pastore).

Gli itinerari di Walter Sabatini spesso sono misteriosi anche per la moglie, ma nella prossima settimana il nuovo direttore sportivo della Roma do­vrebbe cominciare a raccogliere i frutti di un lavoro cominciato ormai qualche mese fa. Al momento, il ds ha una prenotazione su un volo (Az 680 biglietto già emesso) in partenza domani sera alle ventidue da Fiu­micino per Buenos Aires. I voli si possono cambiare fino all’ultimo minuto, cosa che potrebbe succedere, visto che in questo momento sembra più opportuno andare a Barcellona per definire l’ac­quisto di Bojan.

BARCELLONA –Sabatini, ieri, ha confidato che prevede di sbarcare sulle ramblas mer­coledì prossimo, fosse così il viaggio in Sudamerica come minimo dovrebbe essere po­sticipato di qualche giorno.
Possibile che succeda, an­che perché il ds romanista ora sembra orientato a chiu­dere il prima possibile la trattativa per Bojan, se non altro per fare piacere anche al tecnico Luis Enrique che, tra le sue non molte richie­ste specifiche, ha indicato proprio nel giovane attaccante una priori­tà assai gradita. Sulla felice conclusione dell’operazione ieri sono arrivati due indi­zi piuttosto chiari. Intervenendo ai micro­foni diRetesportlo stesso Sabatini ha am­messo che la trattativa è a buon punto:«Bo­jan è un’ipotesi molto concreta, anche se non è stata ancora perfezionata, speriamo di farlo nei prossimi giorni ». La seconda conferma indiretta è arrivata dai microfo­ni di un’altra emittente,Radio radio,dove è intervenuta la mamma del giocatore:«Mi spiace non poter parlare, il Barcellona non ha ancora ufficializzato nulla ». In Spagna, peraltro, danno per fatto l’affare. Non è proprio così, c’è ancora da definire la for­mula della cessione. Che, sì, dovrebbe es­serein prestito con una cifra prestabilita per il riscatto, ma sui numeri le due socie­tà devono ancora trovare un punto d’incon­tro. La Roma, infatti, vuole che sia fissata una cifra per il controriscatto superiore a quel venti per cento in più di cui si è scrit­to in Spagna, una scelta che le consentireb­be di avere maggiori garanzie per trattene­re in futuro il giocatore, in caso contrario il Barcellona dovrà versare nelle casse ro­maniste una cifra importante. In ogni caso tutto fa ritenere che la prossima settimanaBojan sarà un giocatore della Roma.

LAMELA –Una volta conclusa la trattativa catalana, Sabatini tornerà a dedicarsi alla pista argentina. Anzi le piste argentine, vi­sto che il ds a Buenos Aires e dintorni ha messo in piedi diversi, possibili, affari. Quasi fatto, se non proprio fatto, quello relativo ad Al­varez del Velez. Da definire, invece, l’operazione Erik Lamela, ieri a segno con il River Plate, giocatore sti­matissimo da Sabatini che, nel recente viaggio in Ar­gentina, ha già trovato l’ac­cordo con il papà del gioca­tore e gettato le basi di una fumata bianca nel corso di un paio di incontri con Da­niel Passarella, oggi diri­gente numero del River. Tra le parti di sicuro si tornerà a parlare del giovane talento mancino per il quale è stata già rifiutata un’offerta di quindici milioni,«ma combatterò sino al­l’ultimo per cercare di prenderlo»ha spie­gato nei giorni scorsi il ds giallorosso. Che, in Argentina, avrà modo di incontrarsi an­che con il suo grande sogno di mercato, cioè Javier Pastore. Il giocatore del Paler­mo ieri ha specificato che deciderà il suo futuro al termine della coppa America (ini­zio il primo luglio, finale il ventiquattro), tempi lunghi, ma che fanno comodo anche a Sabatini, convinto che con il passare del­le settimane il prezzo del suo pupillo sia destinato a calare rispetto ai cinquanta mi­lioni che oggi chiede Zamparini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy