Primavera all’assalto dello scudetto

di finconsadmin

(Corriere dello Sport) Il viaggio è già iniziato. La Roma Pri­mavera è arrivata ieri nel tardo pomeriggio a Montecatini Terme dove soggiornerà in questa avventura scudetto che si spera duri il più a lun­go possibile, ricalcando magari quella della squadra 2004/05, che regalò ad Alberto De Ros­si la gioia del tricolore.

RITMI
– Una partenza anticipata di un giorno, quella della Primavera, per permettere alla squadra di ambientarsi e per svolgere un pro­gramma specifico di avvicinamento alla partita con il Milan in programma domani alle 17. Co­me già sperimentato più volte dalla prima squa­dra in questa stagione, Florenzi e compagni vi­vranno una vigilia con ritmi in tutto identici a quelli che li attendono domani: pranzo alle 13.30, riposo e poi allenamento di rifinitura alle 17, proprio all’orario della partita. Se l’orario della sfida con il Milan rappresenta una varia­bile non così preoccupante, una delle incognite della vigilia sarà la capacità del­la squadra di rituffarsi subito nel­l’impegno agonistico dopo una pausa di un mese abbondante.

L’ultima gara ufficiale giocata dalla Roma risale infatti al 30 aprile, ultima giornata della sta­gione regolare. Non è stato così per il Milan che, arrivato terzo nel proprio girone, non si è qua­lificato di diritto per la final eight, e ha dovuto te­nere alta la concentrazione per poter superare gli ostacoli di Empoli e Inter sulla strada che ha portato a Montecatini. In questo mese in com­penso i giocatori di De Rossi si sono tenuti con­centrati grazie agli impegni con le nazionali Un­der e grazie all’attenzione di Vincenzo Montella che ne ha aggregati molti agli al­lenamenti della prima squadra e ha regalato persino l’esordio in Serie A a Caprari e Florenzi. L’ultimo impegno sulla distanza dei 90’, per i ragazzi di De Rossi, è stato proprio l’amichevole con la prima squadra giocata vener­dì scorso, giorno dello sciogliete le righe per Totti e compagni, e pareggiata 4-4.

PRESENTI – A Montecatini De Rossi ha voluto por­tare tutti i ragazzi con i quali è iniziata l’avven­tura a luglio scorso. Tutti presenti tranne Seba­stian Mladen. Impegnato in questi giorni con l’Under 21 della Romania il centrale difensivo arriverà solo oggi in Toscana per unirsi al resto della squadra. Non ci saranno invece né Pettina­ri, né Pena, giovani che hanno vissuto la loro sta­gione nell’orbita della prima squadra e solo sal­tuariamente hanno dato un contributo alla Pri­mavera. Sul fronte dell’infermeria non ci sono grandi preoccupazioni per De Rossi: Frascatore, rientrato con una forte contusione dagli impegni con la Nazionale Under 19, è pienamente recu­perato, mentre Barba sta ancora smaltendo i po­stumi di un trauma di gioco ma la sua disponi­bilità contro i rossoneri non è in dubbio.

Riccardo Loria/infopress

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy