Portiere quiz, Viviano costa tanto le altre piste portano all’estero

di finconsadmin

(Il Messaggero – S.Carina) – «Decantare». E’ uno dei verbi che Walter Sabatini preferisce utilizzare in sede di mercato. Provate a fare al neo ds il nome di un calciatore che sta seguendo e pronta sarà la risposta: «Aspettiamo, facciamo decantare la situazione».

Ecco, Maarten Stekelenburg fa parte di questa stretta cerchia. Per Sabatini non è ancora il momento di far partire l’assalto al portiere dell’Ajax ma questo non toglie che sia lui la prima scelta della Roma. Ne parlerà anche oggi con Franco Tancredi in una riunione che dovrebbe dare il via libera per il ritorno del portiere del secondo scudetto giallorosso a Trigoria (che nella prossima stagione lavorerà insieme a Guido Nanni). Il problema è nel costo: nonostante Stekelenburg abbia il contratto in scadenza nel 2012, l’Ajax non intende scendere troppo nella valutazione. Prezzo di partenza: 15 milioni. Meglio attendere, allora, soprattutto perché alla porta del club olandese – dopo che il Manchester United ha virato su De Gea – non sembra esserci la fila. Un timido interessamento del Tottenham e dello Shalke 04 e poco altro. Fosse per Luis Enrique, il problema legato al numero uno sarebbe già stato risolto: il tecnico spagnolo ha fatto il nome di Romero (Az Alkmaar) che non convince però Sabatini. Mercoledì sera il ds ha parlato con Bagni, consulente di mercato del Bologna, per capire la valutazione che il club rossoblù dà alla metà del cartellino di Viviano. Quando si è sentito rispondere 8 milioni (il Bologna ha già rifiutato 4,5 dall’Inter), ha preso inevitabilmente tempo. Ma il portiere rimane una priorità. Sabatini lo aveva ammesso nella conferenza stampa di una settimana fa e lo ha ripetuto anche ieri: «Sì, ne prenderemo uno che dia tranquillità alla squadra. Doni in queste ore sta parlando col Liverpool – ha spiegato a Teleradiostereo – Poi vedremo che situazioni di mercato potranno esserci per Julio Sergio e Lobont». Se per Julio hanno chiesto informazioni Genoa e Siena e se a Doni il Liverpool sta proponendo bonus per convincerlo, difficile che il romeno decida di andar via (ha il contratto che scade nel 2013). Potrebbe rimanere come terzo, se andasse in porto un’eventualità che per ora è quella meno reclamizzata a Trigoria. Ossia, acquistare un portiere d’esperienza, Sorrentino, e affiancargli una giovane promessa: il nazionale colombiano Ospina del Nizza, classe ’88.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy