Pastore conferma: “Sì, ho visto Sabatini”

di Redazione, @forzaroma

(Il Messaggero – S.Carina) «Se ci fosse la possibilità di lasciare Palermo, mi piacerebbe restare in Italia. Sabatini l’ho incontrato prima di partire per l’Argentina, è una grande persona, e mi ha mandato i suoi saluti tramite il mio compagno Burdisso».

Sono le parole di Pastore che confermano l’anticipazione del Messaggero del 23 giugno. Al momento, l’unico dirigente di un altro club incontrato dall’argentino è appunto Sabatini che conta di potersi presentare quanto prima (magari dopo aver venduto almeno due big fra Borriello, Menez e Vucinic, anche se ieri Branca ha smentito l’indiscrezione che avrebbe voluto l’Inter proporre 6 milioni e Viviano per il montenegrino) al Palermo con un’offerta convincente. Il ds non potrà però attendere la fine del mese di agosto, soprattutto se andasse in porto il trasferimento di Sneijder al Manchester United. C’è il rischio, infatti, che quei soldi vengano utilizzati dai nerazzurri per assicurare a Zamparini non i 45 milioni che richiede ad ogni intervista che rilascia, ma i 35 che sembrano in realtà la quotazione effettiva di Pastore.

Intanto in extremis la Roma sta provando ad inserirsi nella corsa a Witsel (ci sono pure Lazio e Genoa che stanno tentando il giocatore), centrocampista dello Standard Liegi. Il calciatore è ad un passo dal firmare un contratto quinquennale con il Benfica che dopo essersi visto rifiutare un’offerta di 6 milioni due giorni fa, ieri ha alzato la posta a 8. Sabatini ha replicato proponendo il cartellino di Barusso più 6,5 milioni e soprattutto offrendo al padre del giocatore un contratto più vantaggioso di quello proposto dal Benfica. Capitolo portiere: salgono, e non poco, le quotazioni di Kameni. Al silenzio assordante sul versante Stekelenburg, fanno invece da contraltare le parole di Cristian Alvarez (vice del camerunense nella passata stagione all’Espanyol): «Sono pronto a diventare il titolare, ne ho già parlato con il tecnico Pochettino». La virata su Kameni appare decisa e soprattutto avvalorata dallo staff tecnico spagnolo che si prende la responsabilità di una scelta che in città fa già discutere. Oggi se ne dovrebbe comunque sapere qualcosa in più, alla luce della riunione-fiume di ieri sera fra Sabatini e Luis Enrique. L’impressione è che verrà effettuato un ultimo tentativo per Stekelenburg. Qualora andasse a vuoto, via libera al numero uno dell’Espanyol con possibilità a questo punto di tesserare anche Sorrentino se il Chievo accetterà, come parziale contropartita, Curci.

Per quanto riguarda il difensore, la Roma è in forte pressing su Silvestre. Sinora per il centrale del Catania si erano fatte avanti sia il Genoa che il Milan (che avrebbero voluto riproporre un acquisto stile Boateng) ma Sabatini, sfruttando anche il lavoro dell’agente del calciatore, Cysterpiller, è passato in pole.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy