Pallotta: «Questa partita non decide il campionato»

di finconsadmin

(Leggo – F.Balzani) – Stavolta sono passati appena 25 giorni. Era la sera del 22 settembre e Pallotta tornava di fretta a Boston con in tasca un derby vinto alla quarta giornata e un primo posto da condividere proprio col Napoli. Ieri in tarda mattinata il presidente americano è sbarcato di nuovo a Ciampino. Giacca di pelle sopra la camicia e lo sguardo fiero: «Io non sono affatto sorpreso dal primo posto e delle sette vittorie consecutive. È una sorpresa per voi, io l’avevo detto due mesi fa che le cose sarebbero andate molto meglio di come la gente pensava, che saremmo stati la sorpresa più grande del campionato ».

 

Pallotta, che ieri ha preferito non passare a Trigoria, oggi caricherà la squadra poi si sistemerà sulle tribune dell’Olimpico al fianco del Global Ceo Zanzi e del dg Baldissoni. «La squadra sta andando bene, abbiamo il più bel sistema di gioco – ha aggiunto – Dobbiamo curarci del nostro gioco e basta. È solo una partita, non vale tutto il campionato ». Poi, a microfoni spenti, ha ribadito l’importanza della campagna acquisti e in particolar modo dell’arrivo di gente esperta come Maicon o De Sanctis. Mr. Jim resterà nella capitale fino a lunedì e nel week-end, oltre a pianificare la tournée indonesiana di metà novembre, dovrebbe incontrare di nuovo il costruttore Parnasi per definire gli ultimi dettagli relativi alla presentazione del progetto stadio che potrebbe slittare ulteriormente. A fine mese, infine, entrerà un nuovo manager che si occuperà dei social network del club e dei giocatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy