Ora per Viviano c'è l'incubo delle buste

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – A.Beneforti) Un altro colloquio che non ha portato a niente di costrutti­vo, l’Inter ha continuato a offrire 4,5 milioni di euro e il Bologna ha continuato a chiederne 8 per risol­vere la compartecipazione di Emi­liano Viviano.

Morale: anche nella notte le due parti si sono parlate e oggi avranno tempo fino alle 19 per trovare un’intesa, ma a questo pun­to è alto il rischio che possano arri­vare alle buste. Anche se fino all’ul­timo almeno il Bologna farà il pos­sibile e anche qualcosa di più per evitarle.

L’OFFERTA DI WENGER –A un giorno dalle buste è difficile capire quan­to siano ampi i margini entro i qua­li il Bologna possa muoversi nel tentativo di arrivare alla fumata bianca per Viviano. Che ieri è rima­sto in attesa di una buona notizia e che a fine serata non ha nascosto il suo disappunto, probabilmente più nei confronti dell’Inter, considera­ta la bassa valutazione che gli sta dando Marco Branca. Pare che di fronte a un’Inter decisa ad alzare il tiro il Bologna possa essere pronto a rinnovare la compartecipazione di Renè Krhin, come d’altra parteSetti e Bagni sarebbero disposti ad abbassare le proprie pretese nel ca­so in cui Massimo Moratti decides­se di inserire nell’operazione uno tra Castaignos e Coutinho, ma vai a sapere se l’Inter avrà la voglia di perdere un paio di ore di tempo per trovare un accordo, presa com’è dalla vicenda relativa alla scelta del nuovo allenatore.

Allora ci si chiede: la Roma e l’Ar­senal potrebbero venire incontro al Bologna? E’ vero che tutte e due queste società sono interessate al portiere del Bologna, ma la Roma vuole aspettare di capire quello che succederà tra Inter e Bologna pri­madi muoversi e per quanto ri­guarda l’Arsenal Arsenè Wenger è pronto a tirare fuori 9 milioni di eu­ro, ma per l’intero cartellino di Vi­viano.

IL DOMANI DEL BOLOGNA –Lo ha am­messo anche il vicepresidente Set­ti nei giorni passati quanto sarebbe importante vendere bene Viviano, ma a questo punto anche i capi del Bologna si rendono conto di dover rivedere le proprie idee. Anche al­la luce del consiglio di amministra­zione che si terrà a fine mese. Cer­to, il Bologna potrebbe fare cassa anche con Miguel Angel Britos (vi­cinoal Lione) e Gaby Mudingayi, ma è evidente che nel caso in cui l’operazione Viviano si rivelasse un fiasco ecco che la società rossoblù potrebbe pensare di dover lasciar partire Gaston Ramirez, approfit­tando del fatto che i procuratori del giovane uruguaiano lo stanno spin­gendo da un’altra parte.

Non resta che aspettare gli even­ti, poi ci sarà lo spazio per fare an­che alcune riflessioni, perché più passano i giorni più ci stiamo facen­do l’idea che il Bologna si sia prepa­rato poco per arrivare pronto al­l’esame mercato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy