Obiettivo Witsel

di Redazione, @forzaroma

(Il Tempo – A. Austini) – Da un argentino a un belga. Ma sempre di astri nascenti si tratta: preso Lamela, la Roma sta puntando su Alex Witsel per rinforzare il centrocampo.

Ventidue anni, gli occhi di parecchie società puntati addosso, compresa Lazio dopo che il Milan l’ha mollato, già diciotto presenze e cinque gol con la nazionale maggiore del Belgio. Un altro identikit che si sposa a perfezione con il progetto americano. È meno caro di Sandro del Tottenham – pallino di Sabatini – ma non costa poco. Servono nove milioni di euro per strapparlo allo Standard Liegi e c’è da battere anche la concorrenza forte del Benfica. Ma nei giorni scorsi è stato offerto alla Roma e il ds Sabatini ci sta seriamente pensando. Witsel nasce come centrale ma può occupare anche gli altri due ruoli del centrocampo a tre pensato da Luis Enrique. Un centrocampo da disegnare attorno a De Rossi: in questi giorni, ammesso che non l’abbiano già fatto, Sabatini e il suo manager Berti si incontreranno per il rinnovo. Situazione? Molto complessa, visto che De Rossi, tentato dal Manchester City di Mancini, parte da una richiesta di 6 milioni netti all’anno mentre la Roma non vorrebbe discostarsi dai 4.5 attuali. Parola a DiBenedetto: il parere degli americani sarà decisivo per sciogliere il grande nodo del mercato romanista.

L’altro riguarda il futuro di Vucinic che rientrerà oggi a Roma e farà il punto col suo procuratore Lucci prima di incontrare Sabatini e Luis Enrique. Il montenegrino spinge ancora per la cessione, ma la Juventus non sembra in grado di accontentare le richieste partite da Trigoria. I bianconeri stanno provando a inserire Storari nella trattativa, ma la Roma resta divisa tra Stekelenburg e Kameni: i dirigenti spingono per il primo, Luis Enrique e De La Pena «tifano» per il camerunense. Una terza via potrebbe portare a Sorrentino del Chievo, offerto nei giorni scorsi al ds. Il portiere è la priorità, poi si penserà al centrale difensivo, con Kjaer del Wolfsburg in cima alla lista dei desideri. Serve anche un altro terzino sinistro e il nome nuovo è quello di Cissokho del Lione proposto nei giorni scorsi. Il francese doveva passare al Milan l’anno scorso, poi l’affare saltò per dei problemi ai denti riscontrati al giocatore. Alla Roma piace, ma soltanto se può arrivare a condizioni favorevoli.

Lamela, intanto, è ripartito per l’Argentina e su «Facebook» ha confermato di essere diventato «un giocatore della Roma per 14 milioni di euro». Tra pochi giorni otterrà il passaporto spagnolo necessario al tesseramento. In arrivo altri due acquisti fatti: tra stasera e domani sono attesi nella Capitale Bojan e Josè Angel che dovrebbero quindi partecipare al ritiro di Riscone. Con il Barcellona è tutto fatto da tempo – 1 milione subito, altri 9 tra un anno e controriscatto fissato a 15 milioni il primo anno e a 11 il secondo – mentre proprio ieri la Roma ha inviato allo Sporting Gijon i contratti da firmare per l’acquisto di Josè Angel: costerà 4 milioni e mezzo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy