Prima le conferme. Poi almeno otto acquisti

di finconsadmin

(Il Tempo – A.Austini) Oltre a quella scontata di Totti, la Roma riparte dalle conferme prima di pensare agli acquisti.

 

Sabatini, dopo una domenica tra relax e lavoro in Umbria, oggi sarà a Milano per incontrare il procuratore di De Rossi, Sergio Berti. «Capitan Futuro», che domani sarà sottoposto a un piccolo intervento chirurgico per risolvere un problema al timpano, ha già espresso al la volontà di restare. Adesso bisogna trovare l’intesa economica: si tratta un quadriennale, a cifre vicine ai quattro milioni di euro netti a stagione. Nei prossimi giorni Sabatini prenderà di petto anche la situazione di Vucinic. In programma un incontro col procuratore Lucci: a differenza di De Rossi, il montenegrino ha progetti di fuga. Lo aspettano Inter, Juventus e Tottenham, ma la Roma vuole convincerlo a restare. Menez e Doni partiranno: il primo può tornare in Francia mentre il portiere non vuole andare al Galatasaray e cerca una squadra in Premier League. Salutano Loria, Guillermo Burdisso e Castellini, da valutare il futuro di Julio Sergio, Rosi, Riise, Pizarro, Greco, Simplicio e Borriello, certi di restare Cassetti, Juan, Nicolas Burdisso, Brighi e Perrotta.

Il numero degli acquisti dipenderà dalle cessioni. Ma si può già dire che i nuovi romanisti saranno almeno otto: un portiere, due terzini, un centrale difensivo, due centrocampisti e due esterni offensivi. Nomi? Per la porta si parla di Viviano. Clichy, Criscito e Balzaretti sono opzioni valide per gli esterni difensivi, Silvestre è un centrale che piace, Sandro, Alvarez (già bloccato) e Capoue fanno parte della lista di centrocampisti nel mirino, mentre tra gli esterni offensivi piacciono sicuramente Lamela e Podolski. E chi più ne ha, più ne metta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy